Informativa della minoranza ad Acquapendente sul problema del pediatra a orario ridotto

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Con l’oramai consolidata tempestività e precisione informativa l’equipe di lavoro a supporto del gruppo di minoranza in Consiglio Comunale rende nota questa dettagliata informativa sulle problematiche pediatriche del territorio dal titolo “Pediatra 3 giorni a settimana per un’ora e mezza al giorno”:

Nel comunicato del 17.5.2022 il Sindaco ha annunciato “LOCALI E ORARI DI VISITA PEDIATRA, DOTT. RUGGIERO SARDARO” – Lunedì 13,30-15,00; Giovedì 14,00-15,30; Venerdì 14,00-15,30. innanzitutto vogliamo ringraziare il Dottor Sardaro, per aver accettato l’incarico presso la nostra sede e gli auguriamo buon lavoro, nonché tutti coloro che si sono adoperati per garantire la continuità del servizio pediatrico. Certamente, non può passare inosservato il fatto che il servizio di assistenza ai nostri bambini venga notevolmente ridotto, dalle 15 ore distribuite su 5 giorni della Dr.ssa Bertaina, alle attuali 4 ore e mezza distribuite su 3 giorni del Dott. Sardaro. E’ evidente che è stata effettuata una notevole riduzione dell’assistenza pediatrica con ben 11 ore in meno e 2 giorni in meno la settimana. Così come non possiamo ignorare il fatto che gli orari in cui il Dott. Sardaro sarà a disposizione dei bambini di Acquapendente sono inadatti ai genitori lavoratori ed anche agli stessi bambini, essendo per molti di loro orario scolastico!  Infatti ricordiamo che dal medico si può andare anche per una visita di controllo, non necessariamente si deve essere malati e, quindi, costretti a casa!  Infine abbiamo notato che solo 3 giorni fa, il nostro pediatra aveva la sede principale ad Acquapendente, mentre oggi il medico assegnato ad Acquapendente si divide tra 4 ambulatori siti in Valentano, Marta, Montefiascone e per ultimo Acquapendente. Viste le criticità, da più parti segnalateci, ci auguriamo che la soluzione proposta dall’ Amministrazione e dalla ASL Competente sia solo temporanea e volta a tamponare una fase emergenziale. L’importante è che l’emergenza non diventi permanente e quindi normalità!!!! Ovviamente la situazione ci preoccupa molto atteso che l’esperienza insegna e, ad Acquapendente, negli anni hanno tolto quasi tutti i servizi sanitari pubblici (per dirli alcuni, fisioterapia, medici specialisti, medico anestesista, ed ora il medico pediatra …etc…)  Pertanto, intendiamo sollecitare nuovamente il Sindaco, quale massima autorità sanitaria, al fine di garantire un servizio di assistenza pediatrica sul nostro territorio che sia consono alle esigenze della cittadinanza. Ricordiamo che Acquapendente ha sempre avuto un medico pediatra di libera scelta full- time e, quindi, auspichiamo che in tempi brevissimi possa tornare tale.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21