Acquapendente, la minoranza abbandona l’aula

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – I consiglieri di minoranza Alessandro Brenci, Domitilla Agostini, Federica Friggi e Valentina Sarti abbandonano la sala consiliare e la Sindaca Alessandra Terrosi constatata la loro assenza scioglie la seduta.

“Casus belli” le comunicazioni del Sindaco ex articolo 50, coma 3 del Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale  ed in particolare il concetto che “Siamo stati nell’impossibilità di realizzare la Fiera dei Campanelli”. “Prima di abbandonare l’aula”, sottolinea Brenci, “sottolineo che il punto non è all’Ordine del Giorno e ho richiesto l’accesso agli atti”. La Sindaca risponde “Abbiamo sempre provveduto alla consegna degli atti e provvederemo anche questa volta”. “Con lentezza” replica Brenci prima di lasciare l’assise. “Non abbiamo documento sotto mano”, sottolinea la capogruppo minoranza Federica Friggi prima di lasciare l’aula, “Quindi non possiamo interloquire ne intervenire. Abbiamo chiesto dei documenti in particolar modo il diniego della Prefettura. Sembrava che ci venisse fornito poi è stato detto che forse se ne sarebbe parlato in questa seduta. Cosa che per noi non è possibile perché non è all’ordine del giorno. Io capisco che la Sindaca vuole dare una comunicazione ma non essendo ufficializzato non riteniamo sia opportuna”. Prima di sciogliere la seduta la Sindaca chiosa che “E’ chiaro che la Fiera non è argomento all’Ordine del Giorno, ma non c’è nulla da discutere. Se la minoranza è veramente interessata diamo comunicazione. Altrimenti riceveranno tutto nei tempi previsti dalla normativa”.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21