Il candidato sindaco Angelo Di Giorgio risponde ad un articolo da noi pubblicato

NewTuscia – MONTALTO DI CASTRO – In merito alla pubblicazione dell’articolo apparso su NewTuscia il 25 Aprile 2022, “Orizzonte su un post elettorale su Montalto di Castro”.
La pubblicazione del programma elettorale della lista Ambi

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è montalto-di-castro.jpg

ente e Progresso per elezioni amministrative di Montalto di Castro ha suscitato l’interesse di molte persone. In particolare sembra che l’analisi riguardante il livello di istruzione della popolazione abbia provocato reazioni particolarmente piccate.

E’ normale che i programmi elettorali suscitino interesse e siano fonte di critiche, ma questo è il sale della democrazia. La metodologia di realizzazione del programma è stata basata innanzitutto sulla analisi della situazione della comunità, a partire dai dati demografici, per finire a quelli economici in modo da avere un quadro complessivo della popolazione e poter immaginare provvedimenti utili a sostenerne i bisogni. I dati sono desunti da fonti ufficiali.

L’attenzione di molti si è concentrata sul tema dell’ istruzione; tutti possono verificare i dati di seguito riportati: per quanto riguarda i laureati a Montalto sono censiti 262 persone, pari al 2,9% della popolazione. Secondo l’Istat in Italia il 20,1% della popolazione (di 25-64 anni) possiede una laurea contro il 32,8% nell’Ue.
Abbiamo ritenuto che un programma elettorale debba tener conto di questa realtà e fornire delle proposte mirate . A fronte di questi dati si è ritenuto di dover fare una analisi e indicare possibili iniziative. Si potrà discutere sulle proposte fatte al riguardo a seconda della propria visione del problema, ma non si può tacciare chi ha ritenuto utile analizzare il dato di voler offendere i cittadini montaltesi.

Il testo del programma ne è la testimonianza e la sua banale lettura destituisce di fondamento qualsiasi malevola speculazione di chi ha interesse alla denigrazione piuttosto che al confronto sulle idee.

Ma questo dato non è piaciuto. In particolare non è piaciuto al sig. Stefano Sebastiani, segretario regionale di Orizzonte, il quale ha pensato di risolvere il problema denigrando la lista Ambiente e Progresso e il candidato sindaco. L’onestà intellettuale avrebbe voluto che citasse la proposta presentata nella sua interezza piuttosto che lanciare accuse gratuite e diffamatorie. Tra l’altro assumendosi la piena responsabilità anche di affermazioni false come quelle relative alla pubblicazione e al ritiro di un post dal parte della lista Ambiente e Progresso.

Il post è un falso, realizzato artatamente con copia e incolla e pubblicato sul sito facebook stefano kap sebastiani a sostegno della sua tesi diffamatoria. Il sistema
internet lascia traccia e non è stato difficile risalire ai responsabili di questa macchinazione, che dovranno rispondere nelle sedi opportune. Parimenti per la polizia postale e il sistema Meta sarà facile dimostrare che nessun post, ed in particolare quello farlocco architettato da chi vuole fare speculazione politica, sia mai stato pubblicato e poi cancellato da componenti della lista Ambiente e Progresso.

Le critiche sono accettabili, la diffamazione gratuita no. Per questo il Sig. Sebastiani è stato querelato.

Confidiamo che presto altri programmi compaiano nella loro completezza in modo che anche la lista Ambiente e Progresso possa valutare le proposte e muovere, soltanto se del caso, qualche critica.

Angelo Di Giorgio
Candidato Sindaco lista Ambiente e Progresso

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21