NewTuscia – ACQUAPENDENTE – La RSA San Giuseppe di Acquapendente comunica delle importanti novità in merito ai servizi della struttura “La Società “, sottolinea,  “in attesa della conclusione dell’iter per la trasformazione di 20 posti di mantenimento alto (A) accreditati, ha proceduto all’assunzione, oltre che del nuovo direttore sanitario Dottor Remo Brenci, di nuovo personale infermieristico aggiuntivo e questo nonostante le enormi difficoltà di reperimento, tenuto conto che nel Lazio mancano circa 7000 infermieri negli organici sanitari e che i provvedimenti del governo nazionale, varati durante l’emergenza Covid, hanno permesso agli ospedali pubblici di assumere infermieri e personale socio-sanitario, portando di fatto ad una migrazione degli operatori dalle RSA, pubbliche e convenzionate, verso il servizio sanitario nazionale, mettendo in difficoltà l’intero settore. Inoltre, da alcuni giorni la struttura si avvale della collaborazione, anche sanitaria, dell’ordine delle sorelle di Gesù Salvatore che presteranno servizio alla RSA e collaboreranno con la comunità di Acquapendente, in quanto trasferiranno la loro sede nel nostro Comune. L’ordine è stato fondato dal Vescovo nigeriano Padre Edeh, un sacerdote che da servo di Dio, da sempre lavora per la pace non solo per il popolo di provenienza, la Nigeria, ma per tutte le popolazioni, come modello di valore universale, come servizio per l’intera umanità, per ricostruire un mondo pacifico. Auguriamo un grande benvenuto alle Sorelle”.