Battistoni al Vinitaly: “Attenzione al biologico, tendenza positiva, in forte espansione”

NewTuscia – ROMA – il Senatore Francesco Battistoni, sottosegretario al Mipaaf, ha partecipato al Vinitaly, il Salone Internazionale del vino e dei distillati in corso di svolgimento a Verona. Due giorni ricchi di incontri, che hanno permesso al Sottosegretario di visitare i padiglioni di tante Regioni d’Italia e, naturalmente, anche gli stand della provincia di Viterbo.

Il senatore, nella giornata di oggi, ha anche partecipato a due appuntamenti di approfondimento, “La tutela del vino nell’e-commerce: strategie di innovazione e prospettive“, organizzata dall’ICQRF e “Il futuro dell’olio EVO di qualità italiano tra minacce e opportunità” organizzata da Unaprol.”Sono state due giornate molto positive, in cui ho avuto modo di visitare diverse realtà, parlare con i produttori e capire come sta evolvendo la viticultura italiana, soprattutto quella biologica, che rientra tra le deleghe di mia competenza” spiega il Senatore Battistoni. “I prodotti alimentari biologici e naturali hanno guadagnato una notevole popolarità in tutto il mondo; in Italia, l’incidenza della superficie biologica a vite da vino è quasi al 20%, e vede protagonisti circa 25 mila operatori, mentre le aziende agricole direttamente coinvolte nella produzione sono oltre 18 mila. Questa tendenza si percepisce anche qui al Vinitaly, è sicuramente in forte espansione”.”Ma Verona non è solo Vinitaly – prosegue Battistoni -, perché c’è anche il Salone Internazionale dell’olio extravergine, altra eccellenza italiana, uno dei più importanti ambasciatori del Made in Italy nel mondo. Ho parlato con tanti produttori, la nostra forza è la qualità, e anno dopo anno, ci stiamo attestando su livelli sempre più alti. L’olio è un traino importante per la nostra agricoltura, e dobbiamo valorizzarlo ancora di più, puntando sull’organizzazione di un evento esclusivo di rilievo internazionale, ma anche sensibilizzando la ristorazione ad adottare la carta degli oli, un viatico fondamentale per la crescita dell’olivicoltura”