Riunione del Pci del Pontino

NewTuscia – LATINA – Ieri, 6 aprile, si è tenuta la riunione del Comitato Federale del PCI della Provincia di Latina. Dopo le riflessioni e gli impegni a cui si parteciperà per la tragicità della fase attuale, in cui i comunisti sono impegnati

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pci.jpg

per No alla guerra e il No alla NATO e quindi contro le scelte di Governo e UE di alimentare il riarmo, si è dato svolgimento al tema al centro della riorganizzazione del Partito. In particolare si è approfondito un confronto che ha portato al rinnovo del segretario che guiderà la Federazione comunista nei prossimi anni. All’unanimità è stata eletta Sonia Pecorilli, nota sindacalista all’interno della professione sanitaira che svolge, e altrettanto apprezzata amministratrice nella qualità di Assessore al Comune di Sermoneta.

“Si è concluso da pochi giorni il secondo Congresso nazionale del Partito Comunista Italiano, e da questa frase simbolo voglio partire. “Ricostruire il PCI, unire i comunisti entro un fronte della sinistra di classe per uscire dalla crisi”. – commenta Sonia Pecorilli, neoeletta Segretaria di Federazione a Latina – Oggi ci troviamo di fronte ad una crisi civile, economica, finanziaria, sociale, morale e politica. Il ruolo del PCI è quello di diventare la sponda politica di un movimento dei lavoratori e popolare da ricostruire. In questo clima di ricostruzione ieri sono stata nominata  segretario provinciale del PCI Federazione di Latina ed è per questo che voglio  ringraziare tutti i compagni delle sezioni di Sermoneta, Sezze, Cori e Latina per avermi sostenuto e per aver creduto in me. Mi è stata data la possibilità di dimostrare quanto sia sostanziale la presenza delle donne nel partito e quanto sia cambiato l’asset in termini di parità, di equità e uguaglianza di genere all’interno di esso. Ci aspetta un duro lavoro fatto di militanza partecipata sui territori più che mai necessaria, e attivismo finalizzato a produrre un cambiamento sociale e politico. La politica è affare di tutti i cittadini – conclude la dirigente comunista – che fanno parte di un qualunque consorzio umano, dobbiamo, saper esercitare tutta la nostra influenza perché la società si muova nella direzione più giusta per tutti. La pratica dell’onestà e la correttezza verso gli altri sono indubbiamente le virtù più alte del nostro partito, perché esprimono il senso dell’equilibrio e della solidarietà sociale.”. Sono stati nominati a seguire il Tesoriere Andrea Ambrosetti (candidato a sindaco di Latina con il PCI) ed il Presidente Giampaolo Milizia nonchè segretario provinciale uscente. A Sonia Pecorilli sono giunti immediatamente  gli “auguri di buon lavoro e la sottolineatura positiva di avere la Federazione pontina guidata da una validissima dirigente comunista. Avanti nella ricostruzione del PCI.”, ha commentato Oreste della Posta, segretario regionale del Lazio del Partito Comunsita Italiano.