Civita Castellana aderisce a “Fiumi parlanti”

NewTuscia – CIVITA CASTELLANA – Circa seicento i ragazzi delle scuole elementari di Civita Castellana a partire dallo scorso 28 marzo sono stati coinvolti nel progetto “Fiumi parlanti”, un percorso multidisciplinare ideato per sensibilizzare bambini e comunità locali ai contratti di fiume.

Promosso e realizzato dall’Associazione culturale 20chiavi (vincitrice del bando regionale dedicato ai contratti di fiume per bambini e bambine), il progetto, che si concluderà il 14 maggio, si avvale della collaborazione del Comune di Civita Castellana attraverso il coinvolgimento del Museo della ceramica e del Forte Sangallo. Tra le attività proposte ci saranno anche spettacoli di teatro immersivo lungo il fiume e una pubblicazione. Nella globalità verrà, pertanto, offerto un percorso multidisciplinare pensato per fornire ai ragazzi e alle loro famiglie elementi di conoscenza ambientali e storico-artistici del territorio.

Dal 28 marzo è stata, quindi, avviata una serie di laboratori storico-artistici e ambientali dislocati tra il museo della ceramica, le scuole e il Forte Sangallo: tali attività si protrarranno fino alla seconda metà di aprile e proseguiranno con lo spettacolo di teatro immersivo nella prima metà di maggio, con anche una pubblicazione che riguarderà i giochi all’aperto da fare sul fiume.

Lo spettacolo dal vivo come strumento formativo per le nuove generazioni, attraverso il contratto di fiume, toccherà e coinvolgerà la media valle del Tevere, di cui il comune di Civita Castellana è parte integrante insieme ad altri quindici altri comuni. Il contratto di fiume nasce infatti come processo partecipativo di tutela, assetto e valorizzazione del fiume Tevere e di tutto il sistema fluviale della Media Valle e prevede, anche per gli anni avvenire, un ambizioso progetto di valorizzazione culturale-ambientale, mirato alla sensibilizzazione di giovani e famiglie sulle tematiche inerenti l’ambiente, volgendo lo sguardo al futuro.