Corso di italiano rivolto ai cittadini ucraini in fuga dalla guerra ed ospiti nel nostro paese

NewTuscia – MANZIANA – Con deliberazione di giunta n. 49 del 17/03/2022 l’Amministrazione comunale ha approvato la realizzazione di un corso di italiano per i Cittadini ucraini in fuga dalla guerra e ospitati nel nostro paese. Le lezioni partiranno il 28 marzo e si terranno presso la limonaia (in Piazza Firenze), tutti i lunedì pomeriggio, dalle ore 16 alle ore 18: le iscrizioni dovranno essere effettuate in Comune attraverso la compilazione di un apposito modulo predisposto in doppia lingua (italiano/ucraino).

“I Cittadini ucraini ospiti nel nostro paese sono attualmente una decina. Si tratta prevalentemente di donne e bambini – commenta il Sindaco Bruni – oltre alla rete di solidarietà che si è da subito attivata, come Amministrazione comunale abbiamo ritenuto che il passo successivo fosse quello di garantire loro la possibilità di capire e farsi capire, da qui l’idea del corso di italiano.

Idea che si è potuta concretizzare ancora una volta grazie al grande cuore di due nostre concittadine, la Sig.ra Iryna e la Sig.ra Leta, di origini ucraine la prima e lituane la seconda. Hanno messo gratuitamente a disposizione il loro tempo e la loro professionalità, il Comune si è limitato a curare l’organizzazione del corso, sia da un punto di vista logistico e formale, e a trovare i fondi che saranno erogati per l’acquisto dei materiali didattici. Il corso sarà aperto a tutti i Cittadini ucraini in fuga dalla guerra ospitati nel nostro paese, sia bambini che adulti. Questo è il nostro benvenuto: uno scambio ed una condivisione di saperi ed esperienze quanto mai necessario e vitale in questo tempo buio che stiamo vivendo.”

Sarà possibile presentare le iscrizioni fin dalla data odierna e per i prossimi tre mesi: in base alle adesioni che nel tempo verranno raccolte saranno organizzate una o più classi che seguiranno un iter didattico specifico che porterà i partecipanti a conoscere gli elementi base delle nostra lingua, così da garantire loro un quanto più rapido inserimento nella nostra comunità.