“Se fossi sindaco”, il comune di Viterbo aderisce a #lottocontrolaviolenza

Questa mattina, durante la presentazione della campagna di sensibilizzazione Asl Viterbo, Federsanità, Juppiterpatrocinata da Anci, il Commissario straordinario Scolamiero ha illustrato i dettagli dell’iniziativa promossa da Palazzo dei Priori

NewTuscia – VITERBO – “Se fossi sindaco”. Il Comune di Viterbo aderisce alla campagna di sensibilizzazione e di promozione della salute contro ogni forma di violenza, promossa dalla Asl di Viterbo, Federsanità e associazione Juppiter, e lancia un concorso rivolto alle scuole statali secondarie di secondo grado della città. A illustrare tutti i dettagli è stato questa mattina il commissario straordinario Antonella Scolamiero durante il suo intervento, nell’ambito della presentazione della campagna di sensibilizzazione, patrocinata da Anci, che vedrà impegnati 126 partner dislocati su tutto il territorio nazionale. “Il Comune di Viterbo ha scelto di rivolgersi ai ragazzi, alle donne e agli uomini di domani – ha spiegato il commissario straordinario Scolamiero -. Abbiamo pensato a un concorso il cui titolo, in modo semplice ma accattivante, potesse stimolare riflessioni, proposte e suggerimenti da parte dei giovani destinatari sul concetto di violenza in generale. Il tutto con un preciso obiettivo: ascoltare quello che i nostri ragazzi hanno da dire sul tema della violenza. Violenza di qualsiasi natura.

 Indossando per un giorno i panni del primo cittadino e immaginando di avere a disposizione strumenti e risorse sufficienti per intervenire come sindaco, cosa si potrebbe fare? Cosa farebbero realmente i giovani viterbesi se avessero gli strumenti e le possibilità per concretizzare le loro idee? A conclusione di questo lavoro, ne sono convinta – aggiunge la dottoressa Scolamiero – usciranno delle proposte interessanti, meritevoli di attenzione, e magari alcune di esse anche fattibili sul piano pratico”. Il commissario, prima di concludere il suo intervento, ha inoltre ringraziato il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Daniele Peroni per la disponibilità accordata e il presidente della Provincia Alessandro Romoli che ha pienamente condiviso lo spirito del progetto.

E ora qualche dettaglio tecnico sul concorso. Si lascerà spazio alla creatività, per questo gli studenti saranno liberi di scegliere la forma del proprio lavoro: o il classico testo, o la versione video, podcast, eccetera. Per la realizzazione del progetto ci sarà tempo fino al prossimo 15 aprile. Un’apposita commissione, composta dal sub commissario del Comune di Viterbo Stefania Galella, in qualità di presidente, insieme a un rappresentante dell’Ufficio scolastico provinciale e un dirigente scolastico (estratto a sorte), o un suo delegato, giudicherà i lavori migliori. Il vincitore avrà diritto a un premio, ovvero l’ingresso omaggio, valido per due persone, per tre spettacoli a scelta della stagione 2022/23 al Teatro Unione. La cerimonia di premiazione si terrà entro il prossimo 10 maggio presso la sala Regia di Palazzo dei Priori. Tutti i dettagli in merito alla modalità di partecipazione al concorso e ai riferimenti per l’invio dei lavori saranno comunicati ufficialmente nelle prossime ore all’Ufficio scolastico provinciale.