Poste: Del Fante, con acquisto LIS acceleriamo il piano industriale ‘24SI’

Rafforzato il modello di servizio omnicanale che unisce Uffici postali, digitale e reti terze

NewTuscia – ROMA – Con l’acquisizione della paytech LIS Holding, Poste Italiane rafforza la leadership nei pagamenti digitali e di prossimità, ampliando i punti di contatto per tutti i propri clienti.

E’ quanto ha assicurato l’AD Matteo Del Fante durante un’intervista al TGPoste (visibile sull’App TGPoste e sul dito www.poste.it). “L’acquisizione – ha spiegato – si inserisce in una strategia omnicanale che parte già dal 2018 e che solo a gennaio 2022 ha portato a oltre 20 milioni di interazioni con i nostri clienti, con una crescita di 7,5 milioni rispetto a gennaio 2020”. “Vogliamo dotarci, anche attraverso questa acquisizione, della miglior piattaforma tecnologica presso tabaccai e bar. Questo accordo – ha continuato Del Fante – è importante perché ci permetterà di dare ai cittadini il miglior servizio possibile”.

Dopo l’ottenimento delle approvazioni regolamentari il closing dell’operazione è atteso nel terzo trimestre del 2022.

I 12.800 uffici postali “rimarranno centrali” ha sottolineato l’AD – “Abbiamo mantenuto la presenza fisica anche nei Piccoli Comuni, abbiamo aumentato il numero di ATM Postamat e portato tanti altri servizi. Stiamo anche lavorando tantissimo sul Progetto Polis – ha concluso Del Fante – investimento che rientra nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, attraverso il quale investiremo 800 milioni di euro sugli uffici postali”.