Sopralluogo a Roccalvecce – situazione da migliorare

ROCCALVECCE – Nel pomeriggio di ieri, sabato 19 febbraio, abbiamo svolto un sopralluogo a Roccalvecce per ascoltare i commenti dei residenti rispetto alle condizioni in cui versa la frazione. Gli abitanti hanno voluto ribadire come la gestione di Roccalvecce spetti a tutti gli effetti all’amministrazione comunale viterbese, sebbene appaia, ad oggi, più come una “terra di nessuno”. 

Pavimentazione sconnessa, mancanza di decoro, pulizia e di cura del verde pubblico (a cui gli abitanti il più delle volte sono costretti a pensare da soli) e cestini di raccolta dei rifiuti che non vengono svuotati con regolarità sono solo alcuni delle questioni che i residenti hanno evidenziato. Si segnala anche la situazione di degrado delle antichissime mura di cinta, che necessitano di interventi urgenti non solo per la loro conservazione come patrimonio culturale, ma anche per scongiurare lo sgretolamento e la caduta con i pericoli per l’incolumità.

A questi problemi si è aggiunto, ultimo in ordine di tempo, il crollo di un edificio privato lo scorso 4 febbraio, con conseguente interruzione del transito di autovetture nella strada comunale principale di accesso al paese e i relativi, gravi, disagi alla viabilità.

“Siamo stufi delle promesse”, ci hanno ripetuto le persone presenti all’incontro,  che sono tornate a chiedere una soluzione tempestiva soprattutto riguardo alla chiusura stradale a causa della frana e minacciando anche di scendere in protesta e bloccare la Strada Teverina nel caso in cui le loro istanze non vengano ascoltate.

Ci attiveremo nell’immediato con gli strumenti a nostra disposizione per cercare di fornire delle risposte rispetto alle problematiche sollevate ieri. È importante ricordare – anche se dovrebbe non essercene bisogno  a questo punto – che le frazioni non sono “terre di serie b”, ma luoghi con specifiche necessità, troppo spesso ignorate.

Giovanni Scuderi Per Viterbo