Ferrovia dei due mari: si guarda alla Zls

NewTuscia – CAPRANICA – Tre avvenimenti importanti hanno caratterizzato, nell’ultimo periodo, l’impegno e le aspettative  del Comitato per la riapertura della Ferrovia dei due Mari, in tema mobilità e sviluppo del Territorio.

Primo fra tutti la Creazione della ZLS zona logistica semplificata, auspicata da sempre assieme alla istituzione del Porto Core di Civitavecchia.  Gli altri la riunione con l’Autorità di Sistema Portuale di Civitavecchia. Infine la delibera della giunta regionale dell’8 febbraio 2022.

Il 10 febbraio 2022, Pino Musolino,  Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale ha ricevuto a Civitavecchia una delegazione del Comitato per la riapertura della ferrovia Civitavecchia Capranica Orte.

Alla riunione hanno partecipato Danilo Piersanti Sindaco di Gallese coordinatore degli enti locali per il comitato, Luca Marcello consigliere dell’Associazione Europea dei Ferrovieri , Enrico Luciani presidente  della CILP e Raimondo Chiricozzi presidente del Comitato. Essendo impossibilitati a partecipare, anche con email al presidente Musolino , hanno assicurato la loro piena adesione alle proposte del Comitato, Marcello Mariani segretario generale UIR, Vincenzo Peparello presidente Confesercenti Viterbo e il segretario della CFFIT Sergio Serpente.

Improntata sulla cordialità, la riunione si è protratta a lungo con l’esame delle iniziative politiche, da mettere in atto, per il raggiungimento dell’obiettivo della riapertura della linea. Pino Musolino ha ricordato le difficoltà che presenta la linea per il trasporto merci, ma ha anche convenuto che le stesse siano facilmente superabili con gli strumenti attuali e ha affermato con chiarezza l’importanza che riveste per il Porto il congiungimento dei Due Mari attraverso la ferrovia.   

Anche dalla Regione sono giunte notizie positive. Il Presidente della Regione Lazio Zingaretti, il vice presidente Leodori, l’assessore ai trasporti Alessandri  e molti consiglieri fra cui il consigliere Panunzi,  hanno infatti più volte annunziato il finanziamento di 400 milioni e hanno  detto più volte che intendono lavorare per la riapertura della ferrovia.

La recente delibera della Giunta regionale dell’ 8 febbraio 2022 conferma questa volontà affermando  che nel Piano della mobilità dei trasporti la linea Civitavecchia Orte è al primo punto  per la riattivazione a beneficio della Zona Logistica Semplificata.

Zona Logistica Semplificata importantissima per il riequilibrio e lo sviluppo del territorio, che però vorremmo contemplasse anche i Comuni collocati sulla Civitavecchia Orte.

Il lavoro per l’inserimento di parte del territorio nella ZLS è  terminato, ha detto Pino Musolino, spetta ora al Governo l’approvazione definitiva, e il Governo potrebbe sempre allargare l’area di competenza al territorio dei Comuni indicati dal Comitato.

La realizzazione del progetto per lo sviluppo del territorio della Tuscia e del Centro Italia, che il Comitato persegue da tempo, è avviata decisamente a vantaggio delle popolazioni locali che potranno fruire della mobilità ferroviaria, potranno attirare turisti nei borghi e nelle città che la Ferrovia dei due Mari raggiunge. 
Altre iniziative sono in cantiere per ottenere maggiore consenso da più cittadini e dalle istituzioni. Unitamente all’AEC associazione europea dei ferrovieri in occasione del 128° della apertura della Ferrovia Roma Capranica Viterbo e della diramazione Capranica Ronciglione verranno premiate il 29 aprile2022 le stazioni considerate dalla AEC  di Alta Valenza Storica, Turistica, Ambientale e Archeologica. FERROVIA DEI DUE MARI
COMITATO PER LA RIAPERTURA DELLA LINEA CIVITAVECHIA CAPRANICA SUTRI ORTE

FERROVIA DEI DUE MARI
COMITATO PER LA RIAPERTURA DELLA LINEA CIVITAVECHIA CAPRANICA SUTRI ORTE

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21