Tolentino-Trastevere 1-0

NewTuscia – ROMA – Il Trastevere cade a Tolentino nella terza giornata di ritorno del girone F e manca il sorpasso in vetta ai danni della Recanatese, frenata sul pari a Montegiorgio e ora a più due sulla squadra di Mazza. Allo stadio della Vittoria padroni di casa all’arrembaggio nelle battute iniziali e Trastevere costretto alla difensiva. Al 5′ Mengani verticalizza per Zammarchi che salta Lo Porto anche grazie ad un rimpallo ma non riesce a calciare, la sfera arriva poi a Capezzani che si fa chiudere da Semprini in uscita bassa

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Emiliano-Massimo-Trastevere-calcio.jpg

. Il vantaggio della formazione di Mosconi arriva al 9′: Capezzani strappa la palla a Proia al limite dell’area e libera il destro, Semprini si distende e respinge ma non può nulla sul tap-in di Zammarchi che appoggia in rete a porta vuota. Nonostante il vantaggio i padroni di casa continuano a spingere e a collezionare angoli (quattro soltanto nel primo quarto d’ora), Semprini è però sempre attento sulle uscite alte e non si fa cogliere impreparato neanche dal destro rasoterra di Miccoli dai venti metri. Il Trastevere impiega venti minuti per uscire dal guscio ma quando lo fa mette subito i brividi ai padroni di casa. Corsetti crossa dal fondo, Proia controlla dal limite, si coordina col sinistro e batte Bucosse ma l’arbitro annulla per una posizione di fuorigioco attivo di Fioretti che copre la visuale del portiere, tra le proteste dei giocatori amaranto. Ospiti che alzano il baricentro col passare dei minuti, senza però creare ulteriori pericoli alla porta avversaria fino al 42′, quando la punizione di Crescenzo da buona posizione supera la barriera ma non si abbassa abbastanza. Nella ripresa il Tolentino serra ulteriormente i ranghi e alza un muro davanti a Bucosse, mentre il Trastevere non riesce ad alzare i ritmi, consentendo ai cremisi di difendersi con ordine e di rischiare pochissimo per tutta la prima metà di frazione. Nel finale Mazza si gioca il tutto per tutto con una formazione a trazione iper offensiva, con Bay, Santilli, Macrì, Corsetti e Fioretti in campo contemporaneamente. Questi ultimi due creano i principali pericoli alla porta avversaria: al 71′ è Bonacchi ad immolarsi con il corpo sulla conclusione dal cuore dell’area dell’ex Latina, due minuti dopo è lo stesso Corsetti ad arrivare con un pizzico di ritardo sul tiro cross di Fioretti. Sbilanciato in avanti, il Trastevere si espone al contropiede e rischia di capitolare all’81’, sul destro al volo di Miccoli sventato da un grande intervento di Semprini e poi all’83’, quando è il palo a negare il gol a Cicconetti. All’85’ squadre in dieci per i rossi diretti a Sannipoli e Capezzani, poi, nel recupero, l’ultima occasione sul destro dal limite di Santilli ma la mira è alta. 
TOLENTINO-TRASTEVERE 1-0
MARCATORE: 9’pt Zammarchi 
TOLENTINO: Bucosse, Salvatelli, Severini, Bonacchi, Miccoli, Nonni, Mengani (15’st Stefoni), Tortelli, Padovani (25’st Cicconetti), Zammarchi (45’st Bartoli), Capezzani. A disp. Marricchi, Strano, Giaconi, Prosperi, Fofana, Lattanzi. All. Mosconi
TRASTEVERE: Semprini, Cervoni, Ilari, Sannipoli, Tarantino (33’st Bay), Lo Porto, Lapenna (1’st Macrì), Crescenzo, Fioretti, Corsetti, Proia (18’st Santilli). A disp. D’Alessandro, Del Moro, Massimo, Chinappi, Di Rauso, Madeddu. All. Mazza
ARBITRO: Cappai di CagliariASSISTENTI: Ladu di Nuoro – Fadda di Carbonia
NOTE – Espulsi al 40’st Sannipoli e Capezzani per reciproche scorrettezze. Ammoniti: Strano, Ilari, Tortelli, Tarantino, Zammarchi, Bucosse, Corsetti. Angoli: 8-2. Recupero: 1’pt, 5’st

LA SALA STAMPA

MAURO MAZZA Le parole del tecnico del Trastevere, Mauro Mazza, al termine della gara contro il Tolentino, valida per la terza giornata di ritorno del girone F di Serie D: «Purtroppo avevamo preparato alcune situazioni in settimana e poi non le abbiamo interpretate nel modo giusto, soprattutto all’inizio. Abbiamo dato coraggio al Tolentino che è una squadra sempre difficile da affrontare, soprattutto quando può pensare a difendersi. Sapevamo che la partita aveva certe caratteristiche, potevamo fare meglio anche nei duelli uno contro uno. Nel secondo tempo ci abbiamo provato e dal punto di vista dell’impegno non posso dire nulla ai ragazzi, però potevamo essere più lucidi». Ulteriore nota negativa della giornata, il rosso a Sannipoli, che complica ulteriormente i piani del tecnico in vista dei prossimi impegni: «Daniel non ha fatto nulla, diciamo che alcuni episodi non ci hanno girato a favore, penso anche al gol annullato a Proia. In ogni caso non ci appelliamo a questi episodi, prima di parlare degli episodi dobbiamo parlare di un approccio sbagliato che ha determinato tutto il resto». Nel prossimo turno i capitolini sfideranno il Pineto, che all’andata inflisse loro il primo ko della stagione: «Sono tutte squadre attrezzate e risultati scontati non ci sono mai. Ogni partita va affrontata cercando di concedere meno, soprattutto in questo girone di ritorno in cui tutto diventa più complicato. Affronteremo il Pineto cercando di fare il massimo, come sempre e provando a correggere quegli aspetti sui quali siamo più deficitari».
EMILIANO MASSIMO Il centrocampista del Trastevere, Emiliano Massimo, analizza la sconfitta contro il Tolentino: «La partita è stata equilibrata, purtroppo sapevamo che loro sarebbero partiti forte e avrebbero puntato sull’agonismo e quello ha un po’ condizionato tutta la partita. Abbiamo avuto anche le nostre occasioni, però purtroppo non siamo riusciti a sfruttarle». Una battuta d’arresto che non permette agli amaranto di riprendere la testa della classifica: «Questo è un girone estremamente equilibrato, noi però dobbiamo fare la corsa su noi stessi senza guardare quello che fanno gli altri. Vogliamo fare bene e migliorare, soprattutto nelle statistiche fuori casa che sono quelle da correggere un po’». Massimo è rientrato in campo domenica scorsa nei minuti finali del match contro il Notaresco e sta recuperando la condizione migliore: «Ho avuto un problema al polpaccio, sono rientrato col Chieti e non si è più giocato tra sosta natalizia e rinvio del campionato, poi ho avuto un problema all’adduttore. Fisicamente sto bene, devo soltanto ritrovare il ritmo partita. Ora più che mai c’è bisogno di stringersi tutti insieme e superare le difficoltà». Domenica prossima, allo Stadium, arriva il Pineto: «Andiamo ad affrontare una squadra forte sulla carta, anche se in questo momento non occupa le primissime posizioni della classifica. Va affrontata con grande attenzione, noi dobbiamo ripartire forti per cancellare immediatamente questa sconfitta».

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21