Confartigianato Viterbo, le iniziative della regione Lazio per lo sviluppo

NewTuscia – VITERBO – Paolo Ornelli, assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start-Up e Innovazione della regione Lazio, alla Confartigianato di Viterbo in una conferenza sulle misure messe in campo insieme al Presidente Zingaretti nel settore imprese. Presenti anche Michael Del Moro e il Consigliere PD Enrico Panuzzi.

Con l’obbiettivo di ripartire dopo la pandemia fornendo gli strumenti per risollevare le imprese e l’artigianato, Orneli ha elencato le misure attuate che hanno già avuto esiti positivi, sottolineando come durante la fase più critica della pandemia il Lazio sia stata la regione che ha investito più risorse nella produzione – quasi 600 milioni di euro.

La regione si è attivata innanzi tutto con i bandi, basti pensare a quello europeo indetto da Lazio Innova e quello per il fondo di circa 80 milioni per due settori produttivi delle ristrutturazioni, ma anche con il proseguimento dell’attività della piattaforma Five Lazio. Saranno stanziati 50 milioni di euro per le imprese nel 2022 per la prosecuzione di piccolo credito, fondo futuro e ripatrimonializzazione delle imprese, e si punterà alla promozione del territorio con il turismo, alimentato anche da Expo e filiera del wedding. Tra i punti principali, poi, sono previste la Bolla Lazio chilometro zero, ossia un bando attraverso cui consentire a tutte le filiere alimentari di acquistare prodotti locali, l’accordo quadro per le camere di commercio e l’erogazione di voucher per investimenti su cybersecurity e strumenti tecnologici. Finanziamenti anche per le start-up delle società di professionisti- ⁃ 600 mila euro l’anno a fondo perduto.

Tra le novità un piano per il settore artigianato attraverso cui riattivare, in collaborazione con l’assessorato alla formazione, una progettualità specifica sulle botteghe scuole, innovazione e tradizione. Verranno anche potenziate le infrastrutture di ricerca.