Talete. Interventi volti alla riduzione della produzione del fango

NewTuscia – VITERBO – E’ l’oggetto del primo progetto approvato dall’EGATO 1 Lazio Nord Viterbo e dai Soci di Talete in risposta all’ AVVISO M2C.1.1 I 1.1 del MITE, per il quale è stato richiesto un finanziamento di  euro 3.743.082.00.

Talete in sinergia con la Provincia di Viterbo, ha colto l’opportunità di presentare una richiesta di finanziamento al valere sui fondi del PNRR, con l’obiettivo di innovare i propri impianti e  ottimizzare i costi di gestione.

Si tratta di uno snodo fondamentale per una  gestione  improntata alla salvaguardia ambientale, considerando che i citati impianti saranno dimensionati per tutto il territorio dell’ATO 1 e ridurranno a quantità prossime allo zero la necessità di conferimento in discarica del fango prodotto nei siti indicati. 

L’azienda, nonostante lo stato di sofferenza, con grande responsabilità e spirito di servizio, continua senza sosta un percorso di ricostruzione e programmazione, spingendosi a progettare importanti opere infrastrutturali.

Talete sta già lavorando ad altri progetti da proporre non appena saranno pubblicati i nuovi bandi da parte del MITE, riguardanti il contenimento delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, sul monitoraggio delle condotte, sulla digitalizzazione dei processi, sulla riduzione dei consumi e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili.

Anche la collaborazione attivata recentemente con l’Università della Tuscia e il Dipartimento DICEA dell’Università “La Sapienza”, ha proprio lo scopo di unire, in un connubio ottimale, la ricerca scientifica alle esigenze del territorio al fine di offrire un servizio sempre più adeguato.

Ing. Salvatore Genova                

Dr. Alessandro Romoli