Un ricordo della fiducia e dell’entusiasmo di Salvatore Alaimo

A nove  anni dalla scomparsa: sempre al servizio qualificato dei lettori e dei telespettatori

Stefano Stefanini

NewTuscia – VITERBO – Caro Gaetano, ti  siamo stati vicini quel 2 febbraio del 2013, in quel tristissimo momento di vuoto e di smarrimento… noi tuoi colleghi, che oggi, come allora, condividiamo la stessa tua passione, che era anche quella di tuo padre Salvatore per i nostri lettori, e oggi anche telespettatori, che attraverso l’impegno di editore e di operatore dell’informazione del signor Salvatore  hanno potuto apprezzare con immediatezza le notizie e le immagini da noi diramate sulla rete digitale ed in televisione.

Con  Salvatore Alaimo abbiamo instaurato un prezioso rapporto di collaborazione, ma ancor di più di sincera amicizia. Ci ha accompagnato in questi anni impegnativi di impegno e di crescita nell’attività giornalistica con l’esempio della sua disponibilità, con le sue parole di incoraggiamento per i progetti che stavamo maturando insieme per far crescere la qualità ed il valore del nostro lavoro per i lettori ed il territorio.

Il vuoto lasciato dalla sua mancanza è stato colmato con l’impegno a proseguire e far crescere la nostra professionalità al servizio dei lettori e telespettatori che ci dimostrano la loro fiducia con sempre maggiore intensità e consenso.

Siamo certi di non deludere questo costante colloquio con chi ci segue: è questo che Salvatore si aspettava  da noi, quando  mi ha riferito la sua grande soddisfazione di vedere la crescita continua della tua, sua e nostra Newtuscia, Comun le trasmissioni di TeleOrte ed ora di Tele Lazio Nord.

Vorrei ricordare ancora oggi Salvatore Alaimo nell’ultimo impegno professionale che ci ha visti coinvolti sabato 26 gennaio 2013 a Viterbo, presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori al convegno dei giornalisti dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana, sulla presenza dei Valori cristiani e civili sulle reti digitali, a  cui Salvatore ha collaborato con le immagini e la regia delle interviste. Sono immagini e momenti di impegno professionale e umano che mi e ci rimarranno sempre nella memoria e nel cuore.

Caro Gaetano, credo che nel ricordo di Salvatore potremo migliorare sempre di più l’impegno in questa nostra esperienza affascinante al servizio dei lettori e dei telespettatori.

 (*)vice direttore www.newtuscia.it Italia