Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE – E’ scomparso poche ore fa Claudio Guazzaroni. Aveva 61 anni e da tempo aveva affrontato una lunga malattia. maestro e direttore  tecnico di karate Claudio Guazzaroni  ha portato sul podio olimpico Luigi Busà ai Giochi Olimpici di Tokyo.

Se l’ultima edizione dei Giochi Olimpici di Tokyo dell’estate 2021 sarà ricordata per le tante medaglie conquistate dagli atleti italiani, nel contempo non dovranno essere dimenticati due personaggi fondamentali, come tecnici, allenatori e grandi motivatori che da dietro le quinte con il loro entusiasmo, l’esperienza di una vita dedicata allo sport  e una fortissima capacità di  motivazione al successo, hanno portato sul podio più alto due atleti per il karatè e il tiro a volo.

La gioia di Luigi Busacondotto alla medaglia d’oro per il karate dal capo allenatore  ortano  Claudio Guazzaroni (a sinistra). Foto Fijkam.

Orte e’ orgogliosa di aver contribuito con due suoi cittadini che hanno dedicato allo sport la loro vita che come  tecnici hanno portato alla conquista di due medaglie d’oro:  Luigi Busa’ e’ stato condotto alla medaglia d’oro per il karate  dal capo allenatore  ortano  Claudio Guazzaroni.

Le altre medaglie conquistate alle Olimpiadi di Tokyo 2021 sono state quella di bronzo per il tiro al volo femminile e quella medaglia d’argento nel tiro al volo a squadre, con Gian Marco Berti, che rimarranno  storiche perché conquistate per la prima volta in assoluto dalla Repubblica di San Marino,  le ha ottenute  Alessandra Perilli, con il prezioso apporto del direttore tecnico ortano Luca Di Mari.

Ai due direttori tecnici, Claudio Guazzaroni e Luca Di Mari, furono rivolte in quella occasione le più entusiastiche  congratulazioni dei cittadini di Orte, che hanno  riconosciuto la grande passione e dedizione che glimuomini di sport hanno sempre dimostrato verso le discipline che  li hanno ripagati con la massima soddisfazione del Podio Olimpico.

Da più parti, a cui ci associamo come redazione giornalistica sportiva,  e’ stata  subito formulata la proposta  che  la città di Orte attribuisca a Claudio Guazzaroni una meritata onorificenza della città e che venga intitolata alla sua memoria una struttura sportiva, come la Palestra Comunale, quale meritato riconoscimento della sua totale e qualificata dedizione allo Sport,  testimoniata dai recenti successi olimpici ottenuti.

Anche la città di Terni, ove Claudio Guazzaroni ha operato, dedicherà all’uomo dello sport adeguate iniziative per ricordarne i meriti sportivi e umani.

Le più sentite condoglianze vanno alla famiglia di Claudio  ed ai colleghi che hanno condiviso con il campione e l’educatore tante esperienze di vita agonistica vissuta con grande umanità.