Sott’organico Polizia penitenziaria: interviene la Cisl

NewTuscia – VITERBO – La Fns Cisl Viterbo oggi proporrà al Capo DAP, Dr. Pietralia, interventi immediati e risolutivi  per l’Istituto di Viterbo ed in particolare  per il personale che  espleta  servizio in detta sede. Attualmente il problema più grosso è che ci sono  n. 14 unità che espletano servizio c/o il Gruppo Operativo Mobile
(GOM)  ma risultano amministrati  nell’istituti Viterbese e questo è un problema non da poco. Mancano più di 60 unità a Viterbo, mentre, nella regione ne mancano circa 500 unità di polizia penitenziaria. Il personale  lavora in condizioni critiche ed è stremato.

La Fns Cisl di Viterbo evidenzia la necessità e l’esigenza che la Direzione Generale del Personale svolga alcune necessarie verifiche sugli effetti di tanti e diversi provvedimenti emanati contestualmente. Capita sempre, infatti,  che la pianificazione della mobilità, che prevede effetti di compensazione tra Sedi cedenti e quelle riceventi, vede accadere che qualche Istituto non solo non riceve una eventuale integrazione d’organico programmata ma neanche compensa le uscite per mobilità.  Nel Lazio, compreso Viterbo,  ci sono sedi che attendevano quelle unità decretate che poi – per effetto di ulteriori provvedimenti di destinazione verso altri Servizi (GOM, NIC, USPEV~ etc etc) non ricevono numericamente quanto necessario per assicurare la minima capacità operativa.La Fns Cisl ,anche a livello nazionale ha  evidenziato queste problemtiche ai vertici del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria.

Il Segretario Generale FNS Cisl Viterbo Maurizio ORLANDI

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21