Vetralla Futura al sindaco Aquilani: “Il Giorno della Memoria abbia eventi commemorativi in paese”

Riceviamo e pubblichiamo

NewTuscia – VETRALLA – Premesso che: il 27 gennaio si celebra il “giorno della memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

La ricorrenza è stata istituita dalla legge 20 luglio 2000, n. 211 ma l’istituzione di una data e di una memoria non sono efficaci se non vengono trasmessi i valori ed i principi nel tempo e nei luoghi. E’ più che mai viva l’esigenza della trasmissione della memoria della Shoah (termine ebraico con il quale viene indicato lo sterminio degli ebrei vittime del genocidio nazista), soprattutto in considerazione che l’atteggiamento prevalente su questo periodo storico e sull’eccidio degli ebrei è il silenzio o il tentativo di paragonarli ad altri eventi per sminuirne il significato storico.

Riteniamo che il ricorso alla testimonianza ed alla commemorazione sia un elemento fondamentale per l’approfondimento della Shoah. Sicuramente l’incontro con la testimonianza è fondamentale perché crea un’empatia enorme, un po’ come se gli studenti potessero “toccare la storia”; naturalmente, con il passare degli anni, i testimoni sopravvissuti a quell’inferno sono sempre meno, per cui assume ancor più importanza la realizzazione di iniziative per mantenere viva la memoria dei fatti.

In un’epoca dove stanno riaffiorando sempre più frequentemente sentimenti di odio razziale, soprattutto antisemita, è di fondamentale importanza far conoscere alle nuove generazioni l’inumana esperienza a cui è stata sottoposta una larga parte di popolazione ebraica, e non solo, non dimenticare e vigilare sempre affinché anche il minimo impulso antirazziale venga identificato per tempo ed annientato Chiunque abbia visitato uno dei diversi campi di concentramento in Europa o sentito in diretta il racconto di esperienze non riesce a dimenticare quello che ha sentito, si esce cambiati dentro e non si può che rifiutare e condannare qualsiasi atteggiamento antirazziale, da qui l’importanza didattica di organizzare per il giorno della memoria iniziative che consentano a tutti, anche a Vetralla, di venire a contatto con questa parte della storia dell’Italia e dell’Europa

In passato l’Amministrazione comunale di Vetralla ha titolato la scuola elementare di Cura di Vetralla a due nostri concittadini “Derna Peruzzi e Saturno Cecchini” Giusti tra le nazioni per aver avuto il coraggio di nascondere e salvare una famiglia ebrea durante uno dei periodi più terribili della nostra storia

Per questo chiediamo all’Amministrazione Comunale ed al Sindaco Sandrino Aquilani di organizzare anche quest’anno iniziative nel giorno del 27 gennaio 2022 per garantire una memoria salda e valori forti nei nostri concittadini di fronte alla tragedia della Shoa.

Vetralla Futura

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21