Fabio Valentini: “Nulla contro le energie rinnovabili, ma occorre rispetto per ambiente e cittadini”

NewTuscia – VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo.

Da diversi anni il territorio della Provincia di Viterbo è considerato un’ottima location per ospitare impianti di energie rinnovabili, tra le quali primeggiano i fotovoltaici e gli eolici. Nulla da dire nei confronti di queste forme alternative e green di produzione energetica, fino a che tutto ciò collima con il rispetto dell’ambiente e dei cittadini.

Tuttavia, a mio avviso, bisogna fare una distinzione tra installazioni domestiche e quindi a basso impatto anche paesaggistico, e quelle industriali che invece da questo punto di vista hanno un’incisione ben più rilevante. E’ proprio sugli impianti di natura industriale che vorrei porre l’attenzione ed in particolare sull’impatto ambientale e paesaggistico degli stessi nei confronti di una Provincia, la nostra, connotata da una spiccata vocazione agricola e turistica.

Non ho nulla contro il progresso, né contro le energie rinnovabili, ma sicuramente sono contro la bassa attenzione che percepisco nei confronti di questa tematica, soprattutto quando tale superficialità alberga nelle istituzioni.

Ho appreso della richiesta di installazione di un grande parco eolico costituito da 16 aerogeneratori nei pressi di Tuscania e della presentazione di oltre 250 osservazioni nei confronti di questo progetto, queste ultime presentate anche da agricoltori e da imprenditori turistici motivati dalla tutela del territorio.

Le numerose osservazioni nei confronti di questo, ma anche di altri progetti evidenziano secondo me la necessità di canalizzare le relative discussioni in un ente sovraordinato ai comuni direttamente interessati e che abbia una visione complessiva dell’intero territorio provinciale.

Penso che la Provincia sia l’ente più adatto a svolgere questo importante compito e che debba ospitare un tavolo permanente riguardante le rinnovabili, pertanto è mia intenzione presentare una mozione cercando anche il supporto degli altri consiglieri, a cominciare da quelli di minoranza, affinché si possa dar vita a questo percorso per la tutela del territorio.

CONSIGLIERE PROVINCIALE – Per i beni comuni

Fabio Valentini