Sant’Antonio abate a Canepina

NewTuscia – CANEPINA – Come da tradizione Canepina il 17 Gennaio festeggia Sant’Antonio abate, un Santo a cui il popolo Canepinese è devoto da secoli. La festa inizia tre giorni prima con il TRIDUO di preparazione alla festa nella chiesa della Madonna del Fossitello o dei frati. In questi giorni non sono state distribuite, casa per casa, “la ciambella di S. Antonio” ma distribuite all’ingresso del Centro Don Bosco. Il fuoco non potrà essere acceso a causa della pandemia e neanche la benedizione agli animali. Il 17, giorno della festa del Santo, alle ore 7:00 verrà celebrata la S. Messa, soprannominata Messa degli uomini.
I momenti cardine della festa sono la S. Messa alle 9:30, animata dal Coro parrocchiale, con l’arrivo dell’ antica statuetta ospitata durante l’anno dalla famiglia Pesciaroli Giovanni, deve essere una famiglia residente in paese. Sarà presente un frate cappuccino per le confessioni,  anche il Sindaco Aldo Maria Moneta. Al termine della celebrazione il parroco presenterà la nuova famiglia che sarà “custode ” della statua di S. Antonio abate e durante l’anno si organizzerà per momenti di preghiera. Dopo la S. Messa la festa avrebbe dovuto continuare con i tradizionali “giri” della statuetta per il paese su un camion addobbato di rosso a festa e accompagnato dai cavalieri a cavallo.
La giornata terminerà alle ore 16.30 rosario comunitario e celebrazione dei VESPRI come ringraziamento. (Foto di Pietro Minella)