Raccolta differenziata e PNRR: incontro in Provincia tra comuni e CNR per migliorare i servizi

NewTuscia – VITERBO – Nella sala del consiglio provinciale di Viterbo si è svolto un incontro rivolto a tutti i sindaci della Provincia in merito al miglioramento e la meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, attraverso i fondi messi a disposizione dal PNRR attraverso il Ministero della Transizione Ecologica.

A presentare il progetto l’Istituto sull’Inquinamento del CNR, già coinvolto nelle attività della Provincia di Viterbo in tema di rifiuti attraverso un accordo quadro. L’intervento è stato aperto dal Presidente della Provincia Alessandro Romoli che ha voluto sottolineare l’importanza dell’incontro per il territorio ed i singoli comuni, in un’ottica di sinergia e collaborazione costante. Presente all’incontro il Consigliere Provinciale Ermanno Nicolai.

Più di 25 i comuni che hanno partecipato alla riunione, coordinata dal Vicepresidente della Provincia Pietro Nocchi con delega al PNRR. La riunione ha messo in evidenza le risorse disponibili per le regioni sul miglioramento della differenziata: 360 milioni di euro sono quelli disponibili per la Regione Lazio, destinati agli EGATO (gli Enti di Governo dell’ATO) oppure ai singoli comuni interessati, anche in forma associativa, che possono presentare proprie proposte.

I finanziamenti saranno concessi come contributi a fondo perduto per la realizzazione di interventi volti al miglioramento e alla meccanizzazione, anche digitale, della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, fino al 100% dei costi ammissibili. Potranno essere realizzati interventi singoli legati alla realizzazione di centri di raccolta differenziata, infrastrutture attrezzate, recintate e sorvegliate dedicate agli utenti. Tra gli interventi previsti anche strumentazione hardware e software per la gestione della raccolta differenziata.

Questa prima riunione si inserisce all’interno di una più ampia strutturazione di interventi legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per il quale è stata istituita una task-force operativa interna alla Provincia, in collaborazione con Università degli studi della Tuscia, Anci e CNR.

Il Presidente Romoli esprime soddisfazione:” La Provincia si sta facendo portavoce e promotrice di istanze in favore dei territori comunali. Sulla tematica ambientale e nello specifico dei rifiuti abbiamo l’esigenza di fare di più e meglio, l’opportunità fornita dal PNRR ci consentirà di agire in tempi brevi e con efficacia”.

Il Vicepresidente Nocchi ha innanzitutto ringraziato tutti i presenti e sottolineato come sia fondamentale non lasciarsi sfuggire questa opportunità: “Oggi abbiamo dato il via alla task- force sul PNRR, una struttura di governance ed operativa che ci consentirà di sfruttare al meglio le opportunità che ci vengono messe a disposizione.”

“Quando si parla di ambiente” – continua Nocchi – “la differenza la fa la progettazione. Possiamo anche portare sul tavolo tutte le istanze possibili, ma poi vanno anche messe in pratica. Con questo progetto in collaborazione con CNR andremo a migliorare l’attività dei comuni nella rete di raccolta differenziata e per beneficio diretto anche quella dei cittadini della Provincia.”

Provincia di Viterbo