16 turbine da 250 metri, Ciambella: “Il Ministero consideri le osservazioni di imprenditori, cittadini e ambientalisti”

NewTuscia – VITERBO – 16 turbine di altezza pari a 250 metri ciascuna.

Luisa Ciambella
105 osservazioni inviate a novembre al Ministero della Transizione ecologica da associazioni ambientaliste, agricoltori, imprenditori del turismo e semplici cittadini preoccupati per il possibile impatto dell’opera. Per un totale, tra vecchie e nuove, di 265 osservazioni.
un’interrogazione parlamentare presentata da 4 senatori del Gruppo Misto un articolo a tutta pagina sul Corriere della Sera, a firma di uno dei più autorevoli giornalisti italiani: Gian Antonio Stella.

Eppure a livello locale sul progetto di mega parco eolico a Tuscania non si registra nessun dibattito e nessuna presa di posizione da parte di politici e amministratori. E’ evidente che per dimensioni l’opera interessa un territorio molto più vasto rispetto a quello di Tuscania o dei comuni limitrofi. Eppure, come dicevo, al di là di qualche rara voce, a regnare è il silenzio.
Auspico che tutte le 265 osservazioni vengano lette e valutate con la massima attenzione da chi dovrà decidere se autorizzare o meno il progetto.

Lancio inoltre un appello affinché sulla concentrazione di impianti per le rinnovabili industriali che sta generando una vera e propria trasformazione del nostro territorio, la Provincia di Viterbo convochi urgentemente un tavolo di confronto tra istituzioni, cittadini, associazioni e le stesse società proponenti, nelle modalità consentite dall’emergenza pandemica.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21