Capodanno, Mio Italia: “A rischio 50% dei cenoni”

NewTuscia – VITERBO – Il Centro studi di MIO Italia ha effettuato un’indagine su un campione di mille ristoranti di tutta la Penisola e il risultato è angosciante: il 50% dei locali sta valutando l’annullamento dei cenoni di Capodanno proprio in queste ore. Mai vista una cosa del genere». 

Lo ha reso noto Paolo Bianchini, presidente dell’associazione di categoria MIO ItaliaMovimento Imprese Ospitalità

«La situazione è drammatica e senza precedenti. La gente ha paura e non pensa a come festeggiare l’anno nuovo: preferisce mettersi in fila per un tampone. Già Natale è stato un deserto. In questo senso chiediamo al Governo un decreto urgente ad hoc per superare l’emergenza, che recepisca le proposte di MIO Italia per salvare il comparto Horeca», ha aggiunto Paolo Bianchini.     

«Queste sono le proposte di MIO Italia: prolungamento delle moratorie sui prestiti alle Pmi, reintroduzione del credito d’imposta sugli affitti, nuovi indennizzi a fondo perduto, Iva al 5%, Cassa integrazione in deroga», ha spiegato Paolo Bianchini.

Paolo Bianchini, Presidente Nazionale Mio Italia

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21