L’Erasmus all’Istituto Comprensivo “Andrea Scriattoli”: Vetralla e la Via Francigena puntano al cuore dell’Europa

NewTuscia – VETRALLA – L’ Istituto Comprensivo “Andrea Scriattoli” di Vetralla ha partecipato con successo al bando del programma Erasmus Plus, promosso e finanziato dall’Unione Europea , ottenendo un finanziamento
di 60.000 € per un progetto internazionale di parternariato strategico – Azione chiave 2 (KA2).
Il progetto, denominato “ EuropeaN Routes and Inclusive Cultural Heritage to boost keyskills and
civic engagement ” (ENRICH) , vede come capofila proprio l’Istituto “ Andrea Scriattoli ” e coinvolge
come partener una scuola portoghese, una scuola greca e l’associazione viterbese “ La via Francigena
in Tuscia ”.
L’idea del progetto nasce e dalla volontà di promuovere alcuni degli itinerari culturali del Consiglio
d’Europa: l’Italia sarà rappresentata dalla “Via Francigena”, il Portogallo dal “Cammino di Santiago
de Compostela” e la Grecia dalla “Rotta dei Fenici”. Questi itinerari sono un invito a viaggiare e a
scoprire il ricco e variegato patrimonio europeo con il fine di mettere in pratica i valori del Consiglio
d’Europa: la salvaguardia dei diritti umani, il dialogo inter culturale e la valorizzazione dei beni
culturali .
Non a caso il progetto nasce a Vetralla, importante tappa della via Francigena , che sovrapponendosi
all’antica consolare Cassia , sin da prima dell’anno Mille portava i pellegrini di tutta Europa a Roma .
Oggi a Vetralla i l numero dei pellegrini e viandanti italiani e stranieri è in forte aumento, a
testimonianza di come il turismo green e slow sia diventato una tendenza positiva per motivi di salute
e benessere, culturali o religiosi, per ritrovarsi e per ricercare un “proprio cammino ”.
Il progetto ENRICH è finalizzato ad aumentare la consapevolezza del l’importanza del patrimonio
culturale europeo come veicolo di inclusione sociale, motore di occupazione e crescita economica; a
promuovere nuovi approcci partecipativi per la fruizione e la valorizzazione del patrimonio legato ai
popoli che hanno abitato il territorio europeo nella storia, anche attraverso l’uso di ICT; a promuovere
il dialogo interculturale attraverso la conoscenza delle tradizioni, dei costumi e degli usi dei popoli
del passato .
Le attività previste, che si protrarranno per due anni scolastici, includeranno, oltre allo scambio di
documenti e di esperienze in forma virtuale, anche la mobilità virtuale via eTwinning di insegnanti e
di studenti, e porteranno alla produzione di materiali, sia in formato cartaceo che digitale, e alla
disseminazione dei risultati.
La docente referente sarà la professoressa di tecnologia Maria Cristina Salcini , che verrà supportata
da l gruppo di docenti che ha svolto il corso di formazione “ Avanguardie educative, progettazione
europea ed Erasmus + ” ; il team curerà la realizzazione del progetto nel corso del prossimo biennio.
L’Istituto Comprensivo “Andrea Scriattoli” di Vetralla