Acquapendente, morto lo storico proprietario della gelateria Sarchioni a Torre Alfina

NewTuscia – ACQUAPENDENTE – Il Covid spazza via una delle figure più rappresentative dell’imprenditoria aquesiana. Dopo settimane di ricovero presso l’Ospedale di Belcolle cessa di battere il cuore del cinquantatreenne Fabio Camilletti . Dal padre Eraldo e dalla madre Vittoria aveva ereditato la arcinota gelateria Sarchioni di Torre Alfina. Suo il merito di trasformarla in una vera e propria “bomboniera dolciaria” in grado con il passare degli anni di irradiare le proprie tendenza in tutta la penisola. Cuore pulsante il laboratorio artigianale. In cui Fabio era riuscito a coniugare metodi di lavorazione classici e moderni alla ricerca di prodotti tipici e genuini a chilometro zero, in quanto forniti unicamente da agricoltori della provincia. La sia dipartita porta un messaggio speranza. Sulla sua tomba non fiori ma offerte per i bambini poveri del Brasile. Lontana terra sudamericana in cui aveva conosciuto l’attuale compagna ed suo figlio Caio a cui,​ una volta in Italia, aveva dato la cittadinanza. Andare continuamente in Brasile, lo aveva portato a conoscenza del bassissimo tenore di vita delle favelas. Comprensibile un ultimo atto di così grande amore.