Si è svolto il Congresso del sindacato militare ITAMIL Esercito a Nola (NA)

NewTuscia – ROMA-  Riceviamo e pubblichiamo.

Si è svolto sabato scorso a Nola (NA), il primo congresso nazionale del Sindacato Itamil Esercito. Il Convegno è stato aperto con le note dell’inno nazionale e il messaggio augurale del Presidente Frattalemi che ha salutato il vertice politico e militare della Difesa, evidenziando la necessità di un dialogo con le organizzazioni sindacali riconosciute, anche alla luce di una legge sui sindacati in via di approvazione alla Camera.

Numerose le autorità politiche locali e nazionali intervenute, quali il Sindaco di Nola Angelo Minieri e il Direttore dell’auditorium “la casa del mutilato” Giovanni Velotti che hanno salutato il Sindacato, ricordando il forte legame tra la città di Nola e l’Esercito. È intervenuto poi il Segretario Generale di Itamil Eserciti, Girolamo Foti, che ha fatto un bilancio dei risultati ottenuti nel corso del 2021 in materia di assistenza e supporto amministrativo svolto a favore dei propri rappresentati. Particolare enfasi è stata data alle istanze trasmesse in Parlamento in materia di precariato nell’Esercito, specificità, valorizzazione economica e professionale, alloggi demaniali, previdenza complementare.

Inoltre è stata è stata presentata la nascita della Commissione “Donne Soldato” e del “Team legal” costituito da 23 studi legali. Quest’ultimo ha già riportato alcune vittorie giudiziarie contro l’amministrazione della Difesa in materia di attività anti sindacali del datore di lavoro, di applicazione dei benefici riconosciuti dalla legge 104 .

Il Convegno ha avuto una connotazione internazionale con il messaggio letto dal Presidente di Euromil, Emmanuel Jacob, che nel presentare ha l’organizzazione internazionale delle associazioni sindacali militari europee Euromil,  ha invitato le sigle sindacali italiane ad unire le proprie forze per tutelare al meglio i diritti dei militari.

Sono intervenuti l’Onorevole Paolo Russo, il Senatore Francesco Urraro, l’Onorevole Giovanni Russo, che hanno espresso la loro disponibilità a venire incontro alle istanze del personale militare . Il deputato regionale Felice Di Maiolo ha ringraziato i dirigenti regionali Itamil Campania Stefano De Rosa e Luigi Sorrentino per la preziosa collaborazione per ripristinare il premio Nasserya.

È intervenuta anche l’ex Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, sempre molto vicina al personale militare che nel presentare una nuova realtà politica, Nuovi Orizzonti per l’Italia (NOI), ha confermato il pieno supporto al mondo sindacale militare anche in vista di sfide future su una legge sui sindacati militari non pienamente apprezzata.

Il Vice presidente Nicola Passarelli “vittima del dovere”, ha consegnato le targhe ricordo del congresso e il premio cittadino civico 2021, ricordando che il Sindacato oltre agli impegni legati alla tutela dei diritti si impegnerà nel sociale con l’associazione culturale l’Italia s’è desta, presentata dal decano Francesco Damasco. Il Dottor Francesco Famà, capo dipartimento salute del Sindacato, ha spiegato l’importanza della campagna vaccinale per fronteggiare l’avanzata della pandemia.

Al termine dei lavori il Sindacato ha deliberato, con votazione palese e unanime, il nuovo gruppo dirigente, il bilancio preventivo, le nuove linee guida per il 2022.

Infine, è stato presentato il libro “I giorni oscuri del soldato Foti”, edito da Itamil, Organizzazione Sindacale Italiana dei Militari Esercito – che sintetizza la  triste vicenda del Segretario Generale di Itamil punito e perseguito per aver voluto difendere i diritti dei propri colleghi.

Sindacato Itamil Esercito