Occupata la sede di Piazza Dante dagli studenti del Ruffini

NewTuscia – VITERBO – La scorsa mattina gli Studenti del Ruffini hanno occupato la sede di Piazza Dante portando dentro la scuola più di 400 studenti. Sono rimasti nell’edificio resistendo alle minacce delle forze dell’ordine e di dirigenti e preside dalle 8 fino alle 14, quando è stata dichiarata ufficialmente l’occupazione della scuola.

Le ragioni della protesta sono molte, dall’edilizia scolastica fatiscente al cortile inaccessibile da anni, dalle aule piccole al degrado dei bagni, dallo scaglionamento orario, all’assenza di indicazioni sull’esame.

Le principali richieste degli studenti sono riassumibili in 8 punti:
– Risoluzione delle situazioni più drammatiche riguardanti l’edilizia scolastica
– Approvazione del progetto dell’Aula autogestita
– Riqualificazione del cortile, se necessaria, e messa a disposizione degli studenti
– Richiesta da parte della scuola di una deroga per l’abolizione del doppio turno d’ingresso
– Utilizzo affidabile e costante del riscaldamento
– Ripresa della vendita di pizze, panini, cornetti e frutta nell’istituto
– Messa a disposizione degli studenti di uno sportello psicologico accessibile e ben pubblicizzato
– Attuazione di più progetti volti ad attività di orientamento e di percorsi di PCTO più adeguati allo studio o al futuro degli studenti
“Questa mattina le forze dell’ordine hanno cercato di fare di tutto per far uscire gli studenti dall’edificio, arrivando a chiedere i documenti e minacciare gli studenti, ma alla fine la battaglia è stata vinta dai ragazzi, che tutt’ora sono nell’edificio” afferma Irene Araceli, rappresentante d’istituto del Liceo. “Finalmente possiamo realizzare, per i prossimi giorni, l’idea di scuola che ci piace, con corsi autogestiti e altre iniziative studentesche.”
La scuola rimarrà occupata fino a mercoledì 22 dicembre.
Gli studenti del Liceo P.Ruffini