La Piccola Fiera del Torracchio di Celleno è alla sua prima edizione

NewTuscia – VITORCHIANO – L’8, il 19, il 26 dicembre e il 2 gennaio, dalle 10 di mattina fino al tramonto,  gli artigiani e i creativi del Borgo Fantasma di Celleno in provincia di Viterbo e i loro amici dei paesi limitrofi, organizzano una Mostra Mercato di oggetti artigianali ed artistici con il patrocinio del Comune di Celleno.
L’iniziativa è rivolta a quanti abbiano voglia di visitare il borgo antico per scegliere regali di Natale alternativi agli oggetti in serie proposti delle grandi catene di distribuzione.
La ceramica tradizionale del viterbese detta “zaffera” e quella ingobbiata e levigata a mano con un sasso; la cesteria con fibre raccolte nei fossi di campagna; la produzione di ciliegie e confetture insieme a quella di saponi realizzati con olio di oliva e oli essenziali estratti da erbe di stagione; tecniche artigiane importate da altre tradizioni quali il bamboo e il raku dai colori variopinti e ancora: illustrazioni, rilegatura e stampe artistiche; tessuti stampati o cuciti, giochi in legno, gioielli etnici e produzioni artistiche in vetro, mosaici e penne tornite sono gli oggetti esposti. Non manca il riciclo e il riuso, così importante nel mondo contemporaneo che destina troppo in fretta gli oggetti alla dismissione.
Nell’ampia Piazza del Mercato, conosciuta da sempre come la Piazza del Torracchio , l’esposizione di manufatti creati uno ad uno e presentati dai loro produttori sono lo scenario da cui si parte per dedicare i giorni della piccola fiera alla riflessione e al rallentamento, grazie alla disponibilità del Comune di Celleno, con il sindaco Marco Bianchi e l’Associazione Teverina InVita, questo evento apre uno spiraglio di “normalità consapevole” che punta sulla gestione condivisa e cooperante per superare le incertezze del presente. Un incoraggiamento per i produttori locali a rendere sempre più visibile di quella rete di relazioni e collaborazioni tra saperi, abitanti, operatori e luoghi, che fa bella la Tuscia viterbese attraverso il racconto del suo vasto e molteplice patrimonio culturale stratificato.
Il gruppo promotore di artisti/artigiani “EX-MAC” sta studiando con il Comune la possibilità di dare continuità alla fiera attraverso eventi auto-organizzati per il recupero delle modalità tradizionali che rendevano vivo lo spazio urbano in passato.
In programma l’8 dicembre alle ore 12 la presentazione dell’iniziativa da parte del Sindaco Marco Bianchi e del gruppo promotore “EX-MAC” che fa capo ad un piccolo spazio espositivo posto in cima alla rampa di accesso al paese vecchio, concesso dall’amministrazione per supportarli nel dare voce e visibilità ai propri processi creativi.
Durante il mercatino il pubblico potrà cimentarsi in lavorazioni artigiane e scoprirà le possibilità di partecipare, in futuro, a corsi da inserirsi nel processo di rivitalizzazione del Borgo di Celleno.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21