Trastevere, 4 gol e 5° successo consecutivo col Nereto. Cronaca e sala stampa

NewTuscia – NERETO – Il Trastevere impiega un tempo per prendere le misure al Nereto, poi dilaga nella ripresa nonostante l’inferiorità numerica nel quarto d’ora finale di gioco e infila la quinta vittoria consecutiva in campionato, allungando così il distacco sulle dirette inseguitrici. Mazza recupera Laurenzi e Sannipoli rispetto alla vittoria contro il Porto D’Ascoli del turno precedente, Lo Porto e Calderoni tornano ad accomodarsi in panchina per lasciargli spazio. Il Nereto, un solo successo in campionato, prova ad approfittare del campo amico per mettere in difficoltà la capolista e il piano della squadra di Bitetto riesce per larghi tratti della prima frazione di gioco.

Sporadiche e poco limpide le occasioni da rete di una frazione che fa registrare un tiro dalla distanza di Boito dopo 21 minuti e uno di Monni quattro minuti più tardi, entrambi imprecisi. La chance più ghiotta capita sui piedi di Sannipoli alla mezz’ora, ma il giocatore amaranto non riesce ad approfittare di un’indecisione in uscita di Diglio sul lancio in verticale di Proia. La ripresa si apre con uno spunto dei padroni di casa in avvio, ma sarà l’ultima fiammata degli abruzzesi, che all 56′ rischiano di capitolare sul gran tiro dal limite di Lapenna e crollano sotto i colpi di Proia a cavallo tra il 58′ e il 65′: il centrocampista sblocca la partita con un gran gol al volo dal limite dell’area e firma la sua terza rete consecutiva in campionato approfittando di una sponda di Giordani su azione d’angolo. Lapenna guadagna anzitempo la via degli spogliatoi al 77′ per un fallo a centrocampo, ma neanche con l’uomo in più il Nereto riesce a creare grattacapi a Semprini. Nel finale entra Santilli e il giovane attaccante firma la sua personale doppietta nel giro di dieci minuti, prima con un eurogol dopo aver dribblato un uomo e calciato al volo, poi con una rete in scivolata sul secondo palo, di nuovo su azione d’angolo. Il Trastevere può così festeggiare l’ennesima vittoria stagionale e il debutto di Fioretti, subentrato a dieci minuti dal termine a Monni.

NERETO-TRASTEVERE 0-4
MARCATORI: 13’st, 20’st Proia, 34’st, 45’st Santilli
NERETO: Diglio, Santangelo, Brunozzi (23’st Kuqi), Salvatori, De Falco, Ferrini, Boito (37’st Balducci), Ristovski, Pedalino (29’st Pietanesi), Nardini, Maydana. A disp. De Luca, Andrulli, Tallevi, Dari, Volunni, Cirpiani. All. Bitetto

TRASTEVERE: Semprini, Cervoni, Laurenzi, Lapenna, Tarantino, Giordani (40’st Agresti), Sannipoli, Crescenzo (37’st Chimenti), Monni (35’st Fioretti), Proia (37’st Calderoni), Squerzanti (26’st Santilli). A disp. D’Alessandro, Lo Porto, Ilari, Madeddu. All. Mazza

ARBITRO: Vingo di Pisa
ASSISTENTI: Cardinali di Perugia – Giovanardi di Terni
NOTE – Espulso Lapenna al 32’st per condotta violenta. Ammoniti: Proia, Salvatori, Santangelo. Angoli: 3-6. Recupero: 1’pt, 4’st

ANDREA SANTILLI

Sono bastati venti minuti ad Andrea Santilli per realizzare le sue prime due reti in campionato con la maglia del Trastevere e, in assoluto, in Serie D in carriera. Il classe 2003 ha chiuso definitivamente i conti a Nereto, realizzando la terza e la quarta rete della partita con gli amaranto in dieci uomini: «Eravamo consapevoli delle insidie di questo campo, un terreno di gioco complicato per una squadra tecnica come la nostra, che ama costruire azioni manovrate. Nel primo tempo abbiamo combattuto ma potevamo fare meglio, nella ripresa ci siamo espressi ai nostri livelli e siamo riusciti a dilagare. Siamo già alla seconda vittoria di fila, dopo quella di Castelnuovo Vomano e dobbiamo continuare così. Cinque vittorie di fila non arrivano per caso e i punti che abbiamo in classifica dicono che abbiamo intrapreso la strada giusta». Nel prossimo turno sfida al Fano, quasi un derby per Santilli, lo scorso anno alla Fermana: «In realtà è più sentito quello con la Sambenedettese e quest’anno contro i rossoblù abbiamo vinto. Speriamo di ripeterci anche contro il Fano, anche se non sarà semplice per il blasone dell’avversario».

GIORDANO FIORETTI
Entrato in campo nel finale di gara, Giordano Fioretti ha fatto finalmente il suo debutto con la maglia del Trastevere. L’esperto centravanti non ha nascosto l’emozione: «È stato molto bello tornare ad assaggiare il campo dopo tanto tempo. Venivo da un lungo infortunio e la soddisfazione è doppia, perché non è mai facile riuscire a rialzarsi dopo uno stop del genere alla mia età. Qui a Trastevere ho trovato veramente un bel gruppo, una società che ha raggiunto grandi risultati negli ultimi anni e una squadra che si è migliorata aggiungendo giocatori importanti. Stiamo facendo molto bene ma non dobbiamo cullarci sugli allori perché la stagione è ancora molto lunga». Fioretti conosce bene le insidie del girone F e conosce altrettanto bene il Fano, prossimo avversario dei ragazzi di mister Mazza: «Nell’ultimo anno e mezzo ho giocato in questo raggruppamento e devo dire che nasconde sempre delle insidie. Ci sono squadre costruite per vincere e quelle che lottano per la salvezza, come il Nereto, non ti regalano nulla. Mi fa piacere ritrovare il Fano, ho trascorso tre anni lì e rivedrò tante persone con cui ho condiviso belle esperienze. Ho avuto modo di vederli giocare in questa stagione, lottano su ogni pallone e non sarà affatto facile batterli».

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21