Rudy Guede torna libero

NewTuscia – VITERBO – E’ arrivato il momento per Rudy Guede, a 14 anni dall’omicidio di Meredith Khercher per cui si è sempre proclamato innocente, della fine delle sue vicende giudiziarie; i termini sono scaduti il 20 novembre in seguito ad uno sconto di pena di 45 giorni. Era stato condannato in via definitiva a 16 anni di reclusione per concorso in omicidio a Perugia nel 2007 e negli anni aveva ottenuto 1100 giorni di sconto per buona condotta.

Nel corso delle battaglie per la revisione del suo processo, Rudy ha ottenuto sempre più solidarietà nello scontare interamente ed esemplarmente la pena che il tribunale gli ha inflitto, con tanta voglia di dimostrare sembrerebbe, a se stesso e agli altri, di poter costruire una volta fuori da Mammagialla una vita operosa nella comunità.

Ha ricominciato le scuole superiori per poi iscriversi all’Università di Roma Tre, dove sta per disputare la tesi per la laurea specialistica. Uscito dal carcere, nell’anno in libertà in cui risiedeva in una casa in affitto nel centro storico, ha iniziato a lavorare con il Csc, la Caritas, la mensa, e la parrocchia di Santa Maria della Verità; ha fatto anche l’animatore nel torneo di scacchi al Bistrot del teatro.

Per il suo futuro sono stati in molti a mobilitarsi a cominciare dagli avvocati difensori, Fabrizio Ballarini, Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi, per finire con gli enti e le strutture che lo hanno coinvolto nelle proprie attività.