Scialbo 0-0 del Monterosi, secondo pareggio per Menichini

NewTuscia – VITERBO / Scialbo pareggio tra le due compagini

Dopo il buon pareggio sul campo della Juve Stabia, il Monterosi è di nuovo protagonista fuori casa, questa volta nel campo della Vibonese.
Menichini sceglie in gran parte il blocco del primo match, in avanti giocano Polidori e Parlati.

Il primo tempo è davvero scialbo e le occasioni stentano ad arrivare, fatta eccezione per una buona chance al tramonto dei primi 45′ quando la retroguardia casalinga è brava a intercettare un tiro di Parlati. Poco altro se non una furente protesta di penalty al 34′, ad opera di Gallo.

La ripresa è un pelino più vibrante. Pronti via e Piroli salva sulla linea, Vibonese ad un passo dal gol vittoria. Il Monterosi si sveglia e sfiora la rete in un paio di occasioni, prima con Franchini e poi con Polidori, tra il 50′ e il 60′ del secondo tempo: purtroppo per entrambi la mira è da rivedere. L’occasione della vita però, capita tra i piedi di Caon al minuto 89′: l’attaccante sfrutta un errore della retroguardia e si presenta a tù per tù con l’estremo difensore avversario che è bravissimo ad ipnotizzarlo, spegnendo le residue speranze di vittoria dei laziali.

Finisce dunque 0-0 un match per gran parte del tempo bloccato, con il Monterosi che avrebbe forse meritato qualcosa in più per quanto fatto vedere nel secondo tempo. La prossima settimana si va in scena al Rocchi, sarà Monterosi-Catanzaro

 

VIBONESE (4-2-3-1): Marson; Mahrous, Risalti, Grillo, Basso; Tumbarello, Ciotti; Vergara, Cattaneo, Sorrentino; Golfo.
Panchina: Mengoni, Alvaro, Polidori, Gelonese, La Ragione, Ngom, Bellini, Senesi, Persano, Mauceri, Cicagna, Fomov.
Panchina: Gaetano D’Agostino.

MONTEROSI TUSCIA (3-5-2): Alia; Tartaglia, Piroli, Rocchi; Verde, Franchini, Buglio, Di Paolantonio, Tonetto; Polidori, Parlati.
Panchina: Marcianò, Basile, Buono, Borri, Pilori, Polito, Cancelleri, Sdaigui, Nasini, Del Vescovo.
Allenatore: Leonardo Menichini.

Arbitro: Sajmir Kumara di Verona.
Assistenti: Giacomo Pompei Poentini di Pesaro e Antonio Marco Vitale di Ancona.
Quarto ufficiale: Alessandro Cutrufo di Catania.