Ucciso bambino di appena 10 anni: Vetralla sotto shock. Padre indiziato unico per ora

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VETRALLA – Un’altra tragedia che colpisce la Tuscia. Stavolta in modo ancora più grave, perché a morire è un bambino di appena 10 anni.

Sono in corso di accertamento da parte degli inquirenti le prime informazioni sulla morte di un ragazzino trovato cadavere nella sua casa di Vetralla questo pomeriggio poco dopo le 16. Sono stati i Carabinieri del Comando provinciale di Viterbo, coordinati direttamente dal Comandante Col. Andrea Antonazzo, ad intervenire sul luogo dell’omicidio.

Sul posto, in una via del paese della Cassia, i militari hanno trovato cadavere M. T., di appena 10 anni e, nella casa, il padre Mirko Tomkov, sembra svenuto o in stato di fortissimo shock. Il bambino sarebbe morto per un taglio fatale alla gola da coltello.
A dare l’allarme alle forze dell’ordine la mamma di M.T., che ha immediatamente chiamato i Carabinieri e, sul posto, anche la Scientifica, i vigili del fuoco ed i sanitari del 118 con alcune unità di Polizia locale di Vetralla.

Dalle prime immediate indagini risulta che il padre del ragazzino trovato morto sia un 44enne polacco che già aveva il divieto di avvicinamento alla famiglia e, quindi, alla casa in cui è stato invece trovato. Come ha detto il Comandante Antonazzo, le attenzioni investigative sarebbero proprio nei confronti del padre che non poteva avvicinarsi nei luoghi frequentati da madre e figlio, quindi era nell’abitazione in modo abusivo.

Il tutto sarebbe successo, secondo un’ipotesi, nel momento più cruento di un litigio tra i due ex conviventi (ma è solo una pista)  e, in quel momento, il 44enne polacco avrebbe agito con un coltello nei confronti del bambino. Tutta da ricostruire la dinamica e la volontarietà o meno dell’atto. Che, tra l’altro, avrebbe portato al ferimento della donna. Ora anche in stato di fortissimo shock.

Il sindaco di Vetralla Sandrino Aquilani ha usato parole di dolore per i fatti  tragici avvenuti nel suo paese.

“E’ con profondo dolore che apprendiamo la notizia dell’uccisione di un nostro piccolo concittadino –  ha detto il primo cittadino. Matias aveva solo 10 anni ed ha trovato inspiegabilmente la morte. Una vicenda che ci lascia attoniti e sconvolti, e che in questo momento di inumana comprensione, in attesa che la giustizia terrena faccia il suo corso, ci deve portare alla riflessione, al raccoglimento e alla preghiera”.

Nelle prossime ore bisognerà valutare, quindi, la posizione del padre ed eventuali altre ipotesi investigative. Rimane una tragedia inaudita a Vetralla per la vita di un bambino spezzata per sempre.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21