Detenuto per violenza di gruppo chiede i domiciliari per assistere la madre malata, per la cassazione è no

NewTuscia – VITERBO – Un detenuto 38enne di Civitavecchia, ha richiesto domiciliari per assistere la madre gravemente malata. La cassazione ha negato anche se manca poco alla fine della pena, asserendo di come l’uomo sia socialmente pericoloso.

L’uomo stava scontando nel penitenziario viterbese di Mammagialla una condanna a quattro anni e tre mesi di reclusione, con fine pena il 21 luglio 2021.

La difesa dell’uomo ha sottolineato come il comportamento in carcere dell’imputato sia sempre stato esemplare e, come tra le motivazioni della richiesta di una misura alternativa, ci fosse anche la necessità per l’imputato di assistere la madre gravemente malata. Nelle motivazioni della bocciatura del ricorso si parla di “infondatezza dei motivi addotti” nonché di “perdurante pericolosità sociale del soggetto recluso”.