100 anni dal viaggio del Milite ignoto: Gallese si prepara alla solenne ricorrenza civile

 

NewTuscia – GALLESE – Il 4 novembre, in Piazza Castello, alle 11.30 si terrà la commemorazione per il Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate e per rinnovare il ricordo della fine della Grande Guerra, evento reso ancora più solenne per la particolare ricorrenza del centenario della tumulazione del Milite Ignoto a Roma. Per l’occasione verrà rinnovato l’onore ai Caduti presso il Monumento di Gallese e a seguire la S. Messa celebrata da Mons. don Remo Gardini. Per la particolare occasione sono stati invitati a partecipare anche gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado di Gallese.

In questa giornata l’Italia ricorda l’Armistizio di Villa Giusti, entrato in vigore il 4 novembre 1918 che consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, decretando la fine della Prima Guerra Mondiale.

A seguito di ciò e per onorare i sacrifici dei soldati italiani caduti a difesa della Patria, nel giugno del 1921 fu emanata una legge per la tumulazione di un milite ignoto e nell’agosto dello stesso anno venne istituita una Commissione per rintracciare i caduti ignoti in tutti i posti dove si era combattuto. Furono scelte 11 salme, disposte ordinatamente nella Basilica di Aquileia, e venne chiesto a Maria Bergamas, madre dell’irredente sottotenente Antonio Bergamas caduto durante un attacco sul Monte Cimone, di sceglierne una.

La bara che Maria scelse venne caricata con tutti gli onori sul treno e trasportata a Roma, tra folle di persone che accorrevano a rendergli omaggio lungo il percorso. La salma giunse a Roma il 4 novembre 1921 e venne tumulata nel Sacello dell’Altare della Patria.

In occasione del centesimo anniversario della traslazione e tumulazione della Salma del Milite Ignoto il Comune di Gallese si è impegnato a rendergli omaggio conferendo Lui la Cittadinanza onoraria e facendo propria una proposta avanzata dal Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor militare d’Italia, unitamente all’Associazione Nazionale Comuni italiani (ANCI).

La cittadinanza onoraria, concessa all’unanimità dal Consiglio Comunale di Gallese, rappresenta quanto la nostra Città si senta emotivamente coinvolta e vicina a tutti quei ragazzi e concittadini, i quali chiamati a combattere per la Patria, non hanno indugiato un solo istante sacrificandosi per Essa. Il Milite Ignoto è simbolo delle vittime senza nome di tutti i conflitti, cittadino d’Italia e monito per ognuno a non ripetere gli errori del passato.

“A Gallese la ricorrenza di questo 4 novembre 2021 è ancora più significativa” ribadisce il Vicesindaco Amedoro Latini “deve essere un momento di ricordo e di riflessione affinché non si commetta mai più l’errore di una Guerra mantenendo saldi quei principi dettati dalla nostra Costituzione. La presenza dei giovani alunni, futuro delle nostre generazioni, è il miglior modo per onorare il Nostro nuovo illustre Concittadino.”

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21