12° edizione di CioccoTuscia col botto

NewTuscia – VITERBO – Si è conclusa la 12^ edizione di CioccoTuscia Viterbo con un altro strepitoso successo; giornate splendide con grande flusso di visitatori che sono stati accolti nel rispetto di tutte le norme anti-Covid19 con steward agli accessi che richiedevano il green pass, gestione contingentata durante le attività, percorsi entrata/uscita differenziati, gel igienizzante in ogni postazione di ingresso, cartelli informativi con chiare indicazioni, monitoraggio continuo degli organizzatori, il tutto ha permesso di garantire la sicurezza di ogni presente senza complicazioni e senza assembramenti dimostrando che anche grandi eventi si possono gestire correttamente in questo periodo di pandemia.

Gli organizzatori Andrea Sorrenti e Simona Ricci sono molto soddisfatti che la manifestazione si sia svolta serenamente per i 2 week-end previsti.

Gli avventori sono stati coinvolti dalle diverse attività in piazza S.Lorenzo quali esibizioni di sbandieratrici e musici, sfilate di majorette, artisti di strada (giocoliere, trampoliere, artista dei palloncini, caricaturista), attività di street workout, esposizione di auto Fiat 500 storiche, una grande area giochi in legno ideale per far giocare tutta la famiglia e le casette di legno con tanti prodotti sfiziosi come crepes, cioccolata calda, caldarroste, patate e pizze fritte, birre artigianali, hambuger gourmet e panini gustosi.

All’interno del Palazzo dei Papi, nella Sala Alessandro IV, invece si sono svolte le dimostrazioni di pasticceria per adulti a cura di diversi professionisti tra i quali Monia Achille, Virginio Casantini, Ermanno e Massimiliano Fiorentini, Vanessa Lisciarelli, Alessio Margottini e Verando Zappi oltre ai diversi laboratori che sono stati invasi dai bambini, in particolare di food art con la realizzazione di gufetti al cioccolato, sensoriale con la scoperta giocosa dei nostri sensi, di disegno utilizzando i colori estratti da frutta e verdura, sul riciclo realizzando delle bottigliette con pozioni “magiche” oltre alle mostre sui dolci della Tuscia e sulla storia del cioccolato.

Il piano inferiore del Palazzo, la Sala delle Scuderie, era dedicato agli operatori del settore dolciario che tra cioccolato di vario genere, biscotti, creme alla nocciola e altri prodotti tipici hanno inebriato di profumo e di gusto gli appassionati golosi presenti; tra le attività presente anche l’area giochi con animatori che ha dato la possibilità a molti bambini di divertirsi mentre gli adulti giravano tra i vari stand.

Grande successo per CioccoTuscia e per Viterbo con le basi per poter migliorare ancora la manifestazione per le prossime edizioni.