Questa sera a Bassano in Teverina lo spettacolo “Divini Frammenti”

La rappresentazione è tenuta da Casa del Musical School di Viterbo e Artist Academy di Ronciglione, adattamento e regia di Laura Leo e Marco Grossi

NewTuscia – BASSANO IN TEVERINA – Anche Bassano in Teverina vuole ricordare il Settecentenario della morte di Dante Alighieri, che cade nell’anno corrente. Questa sera alle ore 21.15, infatti, la Casa del Musical School di Viterbo e la Artist Academy di Ronciglione terranno presso la Chiesa dell’Immacolata Concezione lo spettacolo “Divini Frammenti”, adattamento e regia di Laura Leo e Marco Grossi.

Una rappresentazione teatrale per ricordare il sommo poeta con letture, musiche e coreografie. “Nel Settecentenario Dantesco abbiamo sentito l’esigenza di proporre un tema sulla società e il suo declino inarrestabile – ha spiegato il regista Marco Grossi presentando il progetto -. Facendoci guidare dal sommo maestro, abbiamo avuto la sensazione che tutto era previsto e prevedibile, ma conseguentemente, una voce guida eterea, ci annuncia la possibile speranza o la possibilità di comprendere meglio ciò che ci offusca”.

“I Divini Frammenti ci ricordano ciò che siamo e ciò che dovremmo essere – continua il regista -, con i nostri pregi e i nostri difetti, e la società in cui siamo immersi, di cui ne componiamo il tessuto dimenticandoci spesso quello che potremmo fare per migliorarla. Il disfacimento del tessuto culturale è ciò che poniamo in evidenza con il nostro spettacolo, supponendo un futuro post-apocalittico ancora incolto e arido di ogni seme culturale, eppure attraverso frammenti di cultura è ancora possibile la rinascita, la speranza, la critica ai nostri errori e porvi rimedio a beneficio del prossimo”.

“Sono lieto di accogliere nella Chiesa dell’Immacolata Concezione questa rappresentazione in onore del sommo poeta – ha commentato il parroco di Bassano in Teverina Don Alfredo Di Napoli -. Il nostro paese è tra i borghi più belli d’Italia, quindi la cultura non deve passare in secondo piano. Tra l’altro il Settecentenario Dantesco è una manifestazione molto importante per la comunità bassanese, visto che la scuola primaria del nostro paese è intitolata proprio a Dante Alighieri e a pochi chilometri di distanza da noi c’è il Bullicame, citato nell’Inferno”.

Per assistere alla rappresentazione è necessario essere in possesso del Green Pass, come previsto dalle direttive ministeriali anti-Covid.