Intervista al sindaco rieletto di Gallese, Piersanti, e al consigliere provinciale Marini

Stefano Stefanini

NewTuscia – VITERBO – La trasmissione Fatti e Commenti condotta da chi scrive e da Gaetano Alaimo sugli schermi di Teleorte e visibile su www.teleorte.it e www.newtuscia.it avrà come ospiti in studio il neo eletto sindaco di Gallese, Danilo Piersanti e in collegamento telefonico il consigliere comunale e provinciale con delega all’edilizia scolastica  e responsabile regionale per il Turismo di Forza Italia, Giulio Marini.

Con Giulio Marini condurremo un’analisi del voto amministrativo, a livello nazionale e nei 21 comuni della Tuscia, oltre ai temi ambientali legati alla contrarietà assoluta alle ipotesi di localizzazione del deposito di scorie nucleari nella Tuscia ed alla realizzazione di ingenti interventi in corso per l’edilizia scolastica di competenza della provincia.

Con il neo eletto sindaco di Gallese Danilo Piersanti lotta all’analisi del voto, approfondiremo i temi della creazione a Gallese di una delle prime comunità energetiche d’Italia con un progetto  finanziato dalla commissione europea, che vede protagonisti il biodistretto della via Amerina e delle forre ed il comune di Gallese come sito dimostrativo.

La creazione di una comunità energetica nel comune di Gallese, nel Biodistretto della via Amerina e delle Forre, allinterno del progetto Redream porterà’  alla realizzazione di un ecosistema” di gestione dei consumi energetici.

La comunità energetica rinnovabile consiste in una coalizione di utenti che, tramite la volontaria adesione ad un soggetto giuridico, collaborano conl’obiettivo di produrre, consumare e gestire l’energia attraverso uno più impianti energetici locali di energia rinnovabile. Ogni comunità ha le proprie caratteristiche specifiche, ma tutte sono accomunate da uno stesso obiettivo:autoprodurre e fornire energia rinnovabile a prezzi accessibili ai propri membri.

Quello delle Comunità’ energetiche rappresenta un percorso che il comune di Gallese ed il  Biodistretto della Via Amerina e delle Forre intendono intraprendere per arrivare alla Comunità energetica, ovvero la possibilità per cittadini, associazioni ed imprese di produrre energia da fonte rinnovabile e di auto consumarla.

Un percorso in cui il Biodistretto avrà al suo fianco Legambiente ed il Kyoto Club, avendo ben presente i miglioramenti della legislazione che andranno fatti a breve.

Oltre il 40% dell’elettricità prodotta in Italia proviene da fonti rinnovabili, ma questa percentuale va incrementata sostanzialmente se vogliamo affrontare la crisi climatica e gli obiettivi che l’Europa si è prefissata nei prossimi dieci anni.

Il Biodistretto è attore della transizione energetica del suo territorio e, a sostegno di questo percorso, si avvarrà del nuovo progetto ReDREAM, in cui i cittadini-consumatori renderanno ancora più efficiente l’uso delle energie rinnovabili.

Il progetto si basa sostanzialmente sulla possibilità che i singoli consumatori, cambiando comportamento, possano utilizzare l’energia rinnovabile in modo più efficiente ed economico, contribuendo così a proteggere l’ambiente.

Il sindaco Piersanti ha pure trattato delle prospettive della riapertura della ferrovia Orte Capranica Civitavecchia e del suo inserimento nel Piano di Ripresa e Resilienza della regione Lazio.