Scuola Santa Barbara, le carte alla Corte dei Conti

NewTuscia – VITERBO – Alla corte dei conti le carte relative alla costruzione della scuola di Santa barbara, il cui progetto risalente al 2008 per oltre cinque milioni di euro è rimasto ancora incompiuto sotto tre amministrazioni. La proposta presentata da Alvaro Ricci (Pd), sottoscritta dall’opposizione e votata anche dalla maggioranza, è passata all’unanimità questa mattina al consiglio comunale.

Ad oggi il comune, per mantenere in affitto locali volti a ospitare gli alunni, sborsa 87mila euro; tutto è iniziato con l’appalto non andato a buon fine dell’allora amministrazione Marini, quando il comune dovette pagare 600mila euro per ritrovarsi costretta ad aprire un procedimento da inviare alla Corte dei Conti, per poi ripartire nel 2010. Eppure anche allora, nonostante la gara fosse stata vinta da diverse imprese, si riscontrarono problemi quando la capogruppo andando in contro a difficoltà cedette la guida a un’altra, a sua volta costretta a a fare altrettanto. Nuovo stallo poi nel 2015 con l’accumulo di ritardi da parte dell’impresa.

Il contratto venne rescisso nel 2016 e l’anno successivo la riconsegna dei lavori della struttura che ha raggiunto il 60%.

All’attuale amministrazione Ricci contesta la mancanza di attività su questi tema nel corso dei tre anni trascorsi: “Con il progetto messo appunto, occorreva solo quantificare le opere mancanti, quando invece è stato fatto appena uno studio preliminare”. Per l’assessore ai Lavori pubblici Laura Allegrini invece non ci sarebbero stati ritardi, la fase progettuale sarà conclusa entro l’anno.