Lavori a Piazzale Gramsci e Viale Diaz

NewTuscia – VITERBO – Per stabilire una nuova circolazione verranno tagliati alberi e rifatto l’asfalto, l’intervento a Piazzale Gramsci, che inizierà a metà settimana, andrà a ricongiungersi a quello di piazza San Faustino con il restauro di via Santissima Liberatrice. I lavori a viale Diaz invece inizieranno lunedì. I tagli comunque verranno fatti di notte”. Così il sindaco Giovanni Arena e l’assessore Laura Allegrini durante la conferenza stampa nella sala consiliare di palazzo dei Priori alla presenza dei dirigenti Massimo Gai e Simone Moncelsi.

In totale dovrebbero essere abbattute 33 piante, tra le due vie interessate, un taglio a detta dell’assessore necessario quello dei pini marittimi di un’età stimata tra i 90 e i 100 anni. Ma il bosco urbano sarà ripristinato con altre piante.

Per venti giorni, a Viale Diaz verrà chiusa un’ulteriore corsia rispetto a quella già transennata, il tempo di completare i lavori di taglio, il rifacemento del manto stradale e del marciapiede, il vialone di ingresso a porta Romana passerà da tre a una sola corsia. Non è comunque prevista nessuna modifica alla viabilità, se non per ragioni eccezionali che verranno valutate di volta in volta, per i lavori a piazzale Gramsci.

I lavori partono da motivazioni differenti per i due tratti; per Viale Diaz l’obbligo è arrivato con una diffida da parte delle Ferrovie dello Stato, basatasi su una norma risalente agli anni ‘80 che obbliga a non piantumare essenze arboree che potrebbero ripercuotersi sul trasporto ferroviario. Per piazzale Gramsci intervenire sulle piante avrebbe significato comprometterne la stabilità: dovendo comunque probabilmente tagliarle comunque si è preferito farlo da subito.