Bonafoni: “Bene Zingaretti su introduzione valori antifascisti nello Statuto della Regione Lazio”

NewTuscia – ROMA – “Bene la decisione del presidente Nicola Zingaretti di proporre l’introduzione dei valori antifascisti nello Statuto della Regione Lazio, una modifica sacrosanta che permetterà di richiamare uno dei pilastri fondanti della nostra Repubblica a partire dalla Costituzione. L’aggressione squadrista alla sede nazionale della Cgil ieri a Roma rappresenta una dolorosa ferita per la nostra democrazia e impone una definitiva presa di coscienza di quanto la sua difesa dagli assalti fascisti debba essere un lavoro quotidiano che non si può arrestare e va condotto nel tempo insieme, cittadini e istituzioni, pena il ritorno a

Marta Bonafoni

pagine buie della nostra storia non così lontana, come accaduto ieri. Per questo, dopo aver ascoltato in corso d’Italia le parole potenti del segretario generale della Cgil Maurizio Landini, mi unisco all’Anpi e alle voci di chi giustamente chiede che vengano sciolte immediatamente tutte le organizzazioni che richiamano al fascismo, un crimine che non deve più trovare asilo né coperture politiche ma va combattuto ispirandoci ai valori della Resistenza con cui le partigiane e i partigiani hanno impastato le fondamenta della nostra democrazia”.

Così in una nota la capogruppo della Lista Civica Zingaretti al Consiglio regionale del Lazio Marta Bonafoni.

Gaetano Alaimo

Giornalista iscritto all'Albo dal 2002. Ha collaborato al Messaggero di Viterbo per 4 anni. Ha diretto prima Ontuscia.it e dal 2008 dirige NewTuscia.it. A Tele Lazio Nord conduce "Luce Nuova sui fatti", trasmissione settimanale di approfondimento tematico in onda il giovedì alle 21