Con l’autunno torna il Festival “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica”

NewTuscia – VITERBO – Il Festival “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica” (29 settembre-19 novembre 2021) promosso dall’Associazione Musicale Muzio Clementi e diretto dal Maestro   Sandro De Palma, compie quest’anno i suoi primi cinque anni e dopo il grande successo ottenuto anche nel 2020,  torna a Viterbo con un raffinato programma di Grande Musica.

‘Romanticismo. Il nuovo sentimento della natura’ è il filo conduttore che continua ad accompagnare anche questa nuova e straordinaria stagione concertistica che si svolge in prevalenza nella Chiesa di San Silvestro, meglio conosciuta come Chiesa del Gesù, in Via dei Pellegrini 23, senza dimenticare, come ormai  è consuetudine, l’esecuzione di brani di godibile ascolto al Palazzo Gallo a Bagnaia, alla Chiesa abbaziale di San Martino al Cimino e, in gran finale, alla Chiesa di Santa Maria della Verità. Alcuni concerti saranno trasmessi in differita da RAI-Radio3 e su Radio Classica.
Un cartellone di 27 concerti con artisti di fama internazionale affiancati da giovani talenti e un evento speciale che dà l’inizio al festival con l’anteprima “Solo per passione”,  nel quale sono coinvolti due illustri rappresentanti della società civile che hanno accettato di partecipare all’iniziativa perché si definiscono ‘musicisti per vocazione’. Ecco allora i protagonisti assoluti dell’anteprima: la cardiologa Maria Primerano (Mercoledì 29 settembre, ore 18) e Hiroshi OE,Ambasciatore Straordinario Plenipotenziario del Giappone in Italia (Giovedì 30 settembre, ore 18) che ci proporranno celeberrime composizioni di Erik Satie, Francesco Cilea e Frédéric Chopin.
Tra le altre novità di quest’anno c’è il ritorno a Viterbo dei Philharmonic String Trio Berlin dei Berliner Philharmoniker accompagnati dalla violoncellista Tatjana Vassiljeva che affronteranno il tema rinascimentale de “La Morte e la Fanciulla” di Franz Schubert.  Inoltre, da “La Compagnia del Cigno”, serie televisiva italiana creata e diretta da Ivan Cotroneo e trasmessa in prima serata su RAI 1, arriva uno degli apprezzati interpreti, il giovane pianista Emanuele Misuraca che farà ascoltare sia alcune Sonate di Felix Mendelssohn-Bartholdy, Franz Liszt, Aleksandr Skrjabin che una sua composizione di musica moderna quale “House in the woods” (commissionata dall’Associazione Musicale Muzio Clementi).
L’inaugurazione del Festival è per Domenica 3 ottobre alle ore 18 (Chiesa di San Silvestro o del Gesù, via dei Pellegrini 23) ed è affidata al pianista Andrea Lucchesini che eseguirà il programma dal titolo “La riscoperta di un genio”, con musiche di Franz Schubert (3 Klavierstücke; Improvvisi op. 90 n.3 e n.2) e Robert Schumann (Fantasia op.17).

Tutti i protagonisti del Festival in programma, oltre al direttore artistico Sandro De Palma, sono: Maria Primerano, Hiroshi OE, Andrea Lucchesini, Quartetto Dafne, Matteo Biscetti, Romeo Cossidente,  Chiara Bertoglio, Simone Vallerotonda, Monica Piccinini, Giovanni Auletta, Ferdinando Bastianini, Philharmonic String Trio Berlin dei Berliner Philharmoniker, Tatjana Vassiljeva, Giacomo Menegardi, Enrico Bronzi, Quartetto Noûs, Pietro De Maria, Arturo Stalteri, Trio Guarneri, Paolo Francese, Emanuele Misuraca, Quartetto Werther, Jean Marc Luisada, Quartetto Adorno, Bruno Moretti, Luca Ciammarughi,  Blagoj Nacoski, Sandro De Cec Palma, Lorenzo Luiselli, Donato Cambò, Liceo musicale S. Rosa di Viterbo, Musica Antiqua Latina, Giordano Antonelli, Coro Musica Reservata, Roberto Ciafrei.

La rassegna “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica 2021″ ha il sostegno del Fondo unico per lo spettacolo del Ministero per le attività culturali, della Regione Lazio, della Fondazione Carivit, e si svolge in collaborazione con  il Touring Club Italia sezione di Viterbo, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme e la Rivista Musica, gode del patrocinio, del Comune di Viterbo e l’appoggio tecnico di Carramusa Group, Alfonsi Pianoforti, Balletti Park Hotel, Associazione Amici di Bagnaia, Fotoreporter Bruno Fini.

Questa mattina, alla conferenza stampa di presentazione nella sala consiliare del Comune, oltre al direttore artistico Sandro De Palma, il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena, l’assessore comunale alla Cultura e al turismo, Marco De Carolis, il direttore organizzativo del festival, Cecilia Colasanti e il console Touring di Viterbo, Vincenzo Ceniti.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto al presidente della Fondazione Carivit Marco Lazzari con un ricordo al compianto ex presidente Mario Brutti.

Il direttore artistico, nell’illustrare l’intero programma con concerti eseguiti da grandissimi esponenti ha tenuto a precisare che i due concerti del  29 e 30 settembre saranno una prestigiosa anteprima “Solo per passione” con la esibizione della cardiologa Maria Primerano e l’ambasciatore del Giacppone in Italia Hiroshi EO.

Il sindaco Arena ha rivolto parole di elogio al festival e al direttore artistico, il maestro De Palma, sottolineando che “in questi cinque anni ha sempre proposto un programma di altissimo livello con artisti di fama anche internazionale. Ciò può essere inteso come un segnale di vera rinascita e di ritorno alla vita “normale”. Mi auguro – ha concluso – che per l’edizione del prossimo anno, l’apertura o la chiusura della manifestazione possa svolgersi in uno dei luoghi più rappresentativi e importanti della nostra città: il Teatro Unione”.

Questa manifestazione -ha dichiarato l’assessore De Carolis – interessa e coinvolge non soltanto il mondo dello spettacolo e della cultura, ma anche l’ambito turistico. Gli eventi vengono seguiti anche da turisti e visitatori che si trovano nel nostro territorio. Un bellissimo evento che esalta l’arte della musica e promuove al tempo stesso il patrimonio storico-monumentale della nostra città”.

#ibemollisonoblu   –  Il programma è consultabile sul sito www.associazioneclementi.org

I concerti saranno fruibili sui canali online dell’Associazione quali Facebook e Youtube, e si svolgeranno nel rispetto delle disposizioni normative antiCovid-19. Gli spettatori potranno assistere a tutti i concerti se muniti del Green Pass o altro documento che verrà controllato all’ingresso.

I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica 2021