Anziana investita sul passaggio pedonale di viale Capocci: ferita alla testa. Il Comune di Viterbo ancora in silenzio su questo punto ad altissimo rischio (Foto)

Gaetano Alaimo

NewTuscia – VITERBO – Ennesimo incidente dei tantissimi che ormai, da anni, si verificano in questo punto. Una signora intorno ai 65 anni è stata presa sotto da un furgoncino della Hertz all’altezza del passaggio pedonale in viale Raniero Capocci tra la Camera di Commercio e il parcheggio rifatto da poco vicino l’ex Inpdap.

Sul posto varie pattuglie della Polizia locale ed un’ambulanza che ha imbracato la signora che era cosciente ma con evidente escoriazioni sulla parte destra della fronte. Prima di portarla all’ospedale i sanitari del 118 hanno provveduto a verificare le condizioni della signora che, pur cosciente, era in evidente stato di agitazione emotiva.

Periodicamente dobbiamo riportare su queste righe di continui incidenti in questo tratto, tra questi eccone uno: http://www.newtuscia.it/2019/12/03/investito-anziano-al-passaggio-pedonale-tra-via-fratelli-rosselli-e-la-cassia-e-lennesimo/ 

Il problema è risaputo da anni ed anni: nell’intersezione tra le strade che provengono dal sottopassaggio di via Vicenza, viale Raniero Capocci e via Fratelli Rosselli, quando è verde per i pedoni è verde anche per le auto che provengono da via Vicenza. Continuamente si rischia di essere investiti e, pochi minuti fa, l’ennesimo grave incidente.

L’ex sindaco di Viterbo, Giulio Marini, da noi interpellato, ha detto che più volte aveva richiesto di intervenire su questo punto ma, almeno secondo le sue parole, nessuna soluzione è possibile per le tante diramazioni che si intersecano in questo punto.

Le domande sorgono spontanee: allora dobbiamo arrenderci a vedere qua e là feriti e rischi di persone prese sotto in modo irreparabile? Essendo un punto in cui spesso le auto sfrecciano senza limiti non essendoci limitatori di velocità, tutto ciò, insieme al verde sia per i pedoni che per le auto, non è contro i principi della sicurezza e dell’incolumità pubbliche? Se si stanno moltiplicando gli incidenti e le segnalazioni per i rischi che, tutti i giorni, i pedoni corrono in uno dei passaggi pedonali più frequentati di Viterbo che è di accesso al centro storico, agli uffici ed alle attività di via Marconi e di corsa Italia, cosa aspetta il Comune a trovare soluzioni?

Limitatori di velocità, dossi non potrebbero essere un inizio per risolvere la situazione? E, quanto prima, rivedere questa insensatezza di passaggio simultaneo di pedoni ed auto. Qualunque siano i problemi, perché con la vita delle persone non si scherza.

Per la cronaca, il flusso veicolare è andato in tilt per molti minuti a causa del punto che, come detto, è tra quelli maggiormente trafficati della città.