NewTuscia – CIVITAVECCHIA – Anche quest’anno le attività del gruppo A.B.C. dell’Ordine di Malta Italia a Civitavecchia non si sono fermate, anzi, nel momento di maggiore necessità, sono stanti intensificati gli aiuti e il sostegno alle persone in difficoltà, le vittime più recenti della crisi economica legata alla pandemia covid-19.Numerosi i volontari che hanno rin unciato a qualche giorno di ferie e si sono alternati nel servizio ai signori assistiti nelle giornate di apertura del centro. Nei due mesi estivi sono stati infatti distribuiti quasi 7 quintali di cibo a circa 80 famiglie.

Questi non sono solo cittadini stranieri, senzatetto e clochard, ora a chiedere assistenza, ci sono anche molti italiani “nuovi poveri”. Il Centro del gruppo, raccoglie il dramma di chi perde il lavoro, di pensionati che a fine mese non ce la fanno a fare la spesa, di famiglie in affanno per pagare le bollette, comprare latte, vestiti e libri per i figli.Il periodo estivo è stato contrassegnato, purtroppo, da un aumento di richieste di chi si é trovato in ristrettezze economiche, ma anche a Civitavecchia il Sovrano Militare Ordine di Malta è sempre in prima linea, quando si tratta di aiutare persone che stanno attraversando un momento di difficoltà, sperando che questa crisi economica possa passare presto e ognuno possa cominciare una nuova vita.