Prende il via la 50^ edizione 2021 dell’Ottava di S. Egidio di Orte

di Stefano Stefanini

NewTuscia – ORTE – La storica 50^ edizione 2021 dell’Ottava di S. Egidio di Orte, che si articola da oggi 31 agosto, vigilia della ricorrenza del santo patrono della città,  a domenica  12 settembre, si conferma come la rievocazione medievale di maggior prestigio della Tuscia viterbese, coeva  del Festival Barocco – sviluppando la felice intuizione che alcuni giovani contradaioli ebbero nel 1971, dando vita ad un fenomeno socio-culturale che si è arricchito di anno in anno di sempre più coinvolgenti iniziative.

LOttava di SantEgidio, con l’adozione delle precauzioni della pandemia, torna per celebrare degnamente la Cinquantesima Edizione, ed offrire agli abitanti ed ai tanti turisti, suggestioni, brani di vita, Valori sempre attuali di aggregazione sociale che qualificano e migliorano la vita della Città.

Con tutte le precauzioni imposte dalla legge in  occasione della Cinquantesima edizione dell’OTTAVA DI S. EGIDIO, la città di Orte si rende accogliente per gli ospiti che partecipano, adeguatamente distanziati, alle rievocazioni medievali, in un certo qual modo vuole esibire il volto migliore di se stessa, da conservare e migliorare con l’impegno di amministratori e cittadini per tutto l’anno.

In questi giorni che precedono l’avvio della manifestazione che si svolgerà da sabato 31 agosto a domenica  12 settembre va rivolto un doveroso ringraziamento a quanti prestano il loro prezioso contributo per la migliore riuscita  delle rievocazioni medievali, organizzatori spesso impegnati nelle cucine o nell’organizzazione del Corteo e delle varie rievocazioni.

Oltre alle raccomandazioni a tutti coloro che parteciperanno alle manifestazioni di rispettare scrupolosamente il distanziamento, di prenotare anticipatamente la loro presenza ad alcune iniziative edp adottare ogni precauzione che verrà suggerita dagli organizzatori.

La manifestazione dimostra la validità dellintuizione del gruppo di giovani che cinquanta anni fa dettero vita all’Ottava ed allEnte, nelle sue articolate componenti delle Sette Contrade, degli Arcieri, degli Sbandieratori, del Corteo Storico, dellAccademia dei Signori Disuniti.

Ogni cittadino è orgoglioso di questa manifestazione, alla quale ci pregiamo di invitare gli amici, per la molteplicità degli stimoli culturali e storico-rievocativi offerti. In occasione dellOttava di S. Egidio, il Centro Storico e la città sotterranea offrono il meglio della loro millenaria storia.

Il ruolo del volontariato culturale, come la programmazione di tanti eventi culturali e rievocativi che caratterizza questanno la 50^ edizione dellOttava di SantEgidio rappresenta comunque un validissimo strumento di promozione della città di Orte, e della Tuscia viterbese nel suo complesso, come le festività di Santa Rosa a Viterbo ed i tanti appuntamenti culturali allestiti nelle cittadine  della provincia pur con le restrizioni legate alla lotta alla pandemia.

Le giornate della rievocazione storica costituiranno l’occasione propizia per i residenti e gli ospiti per rivalutare il patrimonio artistico della Città, con la partecipazione alle iniziative letterarie, rievocative e ludiche, visitando musei, monumenti, rassegne di pittura e scultura, botteghe artigianali e le tradizionali taverne.

I giovani tamburi lontani” che abbiamo percepito in queste notti di fine agosto ci hanno  rassicurato che, nonostante le dolorose prove della pandemia, le componenti della comunità cittadina – con i suoi giovani in particolare – torneranno ad offrire con lOttava di SantEgidio il meglio di  sé, attraverso il dipanarsi di appuntamenti privilegiati di  cultura, folklore, di gastronomia delle sette taverne di contrada, ma anche i giuochi storici, i mercatini degli antichi mestieri, le giullarate, le performances artistiche di varie compagnie italiane, il teatro, la musica, e, da non perdere, le visite ad Orte Sotterranea.

Prenderanno dunque il via questa sera ad Orte i festeggiamenti in onore del santo patrono Sant’Egidio, con le rievocazioni dell’Ottava che celebra quest’anno la cinquantesima edizione. Anche quest’anno domani  primo settembre il Vescovo diocesano, mons. Romano Rosssi presiederà  la celebrazione in Cattedrale, confermando il culto che i fedeli riservano al santo Monaco ateniese.

Le origini del culto di Sant’Egidio: nel 1324 i primi documenti e nel 1501 patrono della riconciliazione tra le fazioni cittadine.

Il polittico, ovvero le tavole che rappresentano alcuni episodi della vita di S. Egidio, conservato attualmente nel Museo Diocesano, rappresenta la più antica testimonianza del culto che la comunità ortana ha riservato al monaco ateniese.

Questa esclusiva opera d’arte apparteneva all’altare precedentemente dedicato nella chiesa di Santa Croce e serviva come sportello della cripta che custodiva la statua.

Il culto di S. Egidio risale almeno al 1324, anno in cui il principe Giovanni d’Angiò, fratello di Roberto Re di Napoli, si rifugiò ad Orte per sfuggire ai ghibellini “Colonnesi”. Allo stesso principe Giovanni si fa risalire la dedicazione dell’altare a S. Egidio.

Altre fonti storiche attribuiscono la devozione al Santo al transito per Orte delle truppe francesi di Carlo d’Angiò.

Gli statuti comunali citano S. Egidio a partire dal XVI secolo. Documenti ufficiali attestano che la festa fu solennizzata da papa Bonifacio IX nel 1396, che concesse per la festività ortana le stesse indulgenze della Porziuncola di Assisi.

Tra gli organizzatori, i cittadini e gli ospiti c’è grande attesa per questa Edizione  storica del Cinquantenario, che ci si augura costituirà un valido strumento di Ripartenza sotto il segno dell’aggregazione sociale e   culturale, dopo tanti mesi di forzato isolamento !

Segnaliamo le Giornate dellOttava:

Programma

Martedi 31 Agosto

ore 21:30          Solenne Processione con la statua del Patrono

Santo Egidio Abate.  Vie della Città

ore 22:30           Benedizione dei Gonfaloni e degli Arcieri delle 7 Contrade Basilica di Santa Maria Assunta

 

Mercoledì 1 Settembre

Festa de lo Santo Patrono

ore 18:30     Messa Solenne

Durante la funzione la Banda Musicale di Orte accompagnerà gli inni sacri ed eseguirà l’antico inno in onore di Santo Egidio Abate recentemente ritrovato.

Piazza della Libertà

ore 21:30

in collaborazione con

per il 40° Anno di attività

IN CONTEMPORANEA

“RITRATTI IN MUSICA FRA NOTE E PAROLE”

“Emozioni” Gianmarco Carroccia canta Lucio Battisti

Piazza della Libertà

“Hotel Supramonte”

omaggio a Fabrizio De André

Terrazza Giardino

“Meraviglioso”

tributo a Domenico Modugno

Piazza Senatore Manni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Info e prenotazioni www.ottavamedievale.it