Minacciava moglie col fucile: fermato uomo a Greccio

NewTuscia – CONTIGLIANO – I Carabinieri della Stazione di Contigliano due sere fa sono intervenuti d’urgenza a Greccio, su indicazione della Centrale Operativa di Rieti che aveva ricevuto, sull’utenza 112 Numero Unico di Emergenza Europeo, una richiesta d’aiuto da parte di una donna, aggredita in casa dal marito.

L’uomo, un pensionato settantottenne del luogo, dopo l’ennesima accesa discussione con la moglie scaturita per futili motivi, non ha esitato ad imbracciare il fucile da caccia legalmente detenuto e minacciare la moglie molto più giovane di lui.

Solo il tempestivo intervento dei Carabinieri ha scongiurato ben più gravi conseguenze alla donna. Le indagini hanno infatti consentito di accertare che, purtroppo, non si è trattato di un evento isolato, ma dell’ennesimo episodio di una persistente azione vessatoria, caratterizzata da continue minacce, violenze fisiche e psichiche in danno della donna.

L’uomo, in ragione dell’età, è stato pertanto segnalato alla Procura della Repubblica di Rieti per il reato di maltrattamenti contro familiari e tutte le armi da caccia regolarmente detenute sono state precauzionalmente ritirate e momentaneamente custodite dai Carabinieri di Contigliano.

Purtroppo l’episodio conferma ancora una volta l’importanza della denuncia tempestiva da parte delle vittime le quali, spesso per quieto vivere e garantire riservatezza su questioni di natura famigliare, omettono di segnalare per tempo le vessazioni che subiscono, sottovalutando, qualche volta in maniera fatale, la gravità della situazione.

Il Comando Provinciale dei Carabinieri invita pertanto a denunciare tempestivamente qualsiasi forma di violenza grave tra i componenti di ogni famiglia e ricorda che, molto spesso l’azione preventiva, non solo delle forze di polizia ma anche di personale specializzato (psicologi, assistenti sociali, altri operatori del settore, volontari, ecc.), può ripristinare le condizioni di normale e civile convivenza all’interno delle famiglie prima che la situazione degeneri in gravi ed irreversibili conseguenze.