Rave party, nasce una bambina e muore un altro giovane

NewTuscia – VALENTANO  – Sembra essere una comunità a parte quella dei partecipanti al rave party sul lago d Mezzano; tra tende, camper, auto parcheggiate alla bell’e meglio e cani sciolti, la vita e la morte si contendono il campo. Nella notte di Ferragosto, secondo alcuni ragazzi in uscita dal rave, sarebbe nata una bambina. La ragazza che l’ha partorita è stata assistita all’interno del punto di primo soccorso allestito nell’area e in seguito trasportata in ospedale con l’ambulanza.

Una fatto che ha segnato l’indirizzo del rave molto più delle morti che si sono verificate a partire dal 15 agosto, perchè a quella di Gianluca si è unita la dipartita di un altro ragazzo, come i canali dei carabinieri hanno confermato. La nascita dunque, non la morte, non il trasporto in ospedale in overdose di altre due ragazze, avrebbe sbloccato l’impasse: i ragazzi si sarebbero riuniti più volte da quel momento per decidere il da farsi; molti, soprattutto quelli provenienti dall’estero, avrebbero voluto restare fino al 23 agosto, ma la maggior parte ha deciso di andare via. Il numero ancora una volta avrebbe pesato sulla decisione finale e già da questa notte con l’accordo di tutti, i partecipanti hanno iniziato a lasciare il posto, molti per vie traverse.

Il bilancio finale comunque è ancora difficile da stabilire, con il numero dei partecipanti incerto, le cure ospedaliere prestate al di fuori del rave solo a persone veramente gravi, le sole certezze che si hanno riguardano almeno 4 casi ricovero ospedaliero, due ragazze ieri per overdose e due ragazzi per coma etilico il giorno di Ferragosto, di cui uno sarebbe risultato positivo al Covid.