Rave party, Marini (Fi): “Si intervenga subito o lo Stato perderà la faccia”

NewTuscia – VALENTANO – “Quello che sta avvenendo a Valentano, con migliaia di persone ammassate senza alcuna autorizzazione in un terreno privato, all’insaputa del proprietario e senza che nessuno intervenga per ripristinare la legalità, non solo è inaccettabile, ma è addirittura surreale. La vicenda ha assunto anche toni drammatici, con

Giulio Marini

la morte di un ragazzo, ma non ci sono risposte agli appelli degli abitanti della zona, torturati da giorni di musica ininterrotta a volume altissimo, e di Piero Camilli, proprietario del terreno, che chiede l’allontanamento della folla di intrusi. L’unica risposta, per ora, è il silenzio. Dietro al quale ci auguriamo ci sia lo studio di una strategia per intervenire immediatamente, cacciando gli ‘invasori’ in tempi rapidissimi. È vero, parliamo di migliaia di persone, ma lo Stato non può e non deve arrendersi: mentre chiediamo agli esercenti di controllare i green pass, mentre teniamo chiuse le discoteche, per motivi precauzionali rispetto alla pandemia, non possiamo, in alcun modo, permettere che migliaia di persone si ammassino l’una sull’altra, senza mascherine e senza alcun controllo, peraltro non autorizzate, all’interno di una proprietà privata. Sgombriamoli subito, se serve anche con l’Esercito, ma interveniamo: in caso contrario, lo Stato perderà la faccia. E questo non possiamo permettercelo. Voglio, perciò, ringraziare in modo sincero il senatore Gasparri, che, da quando è emersa la vicenda, ha agito ininterrottamente, per sollecitare l’intervento del Ministero dell’Interno”.

È quanto dichiara Giulio Marini, responsabile Turismo di Forza Italia nel Lazio.