Rave party sul lago di Mezzano, condanna del sindaco di Valentano Stefano Bigiotti

NewTuscia – VALENTANO – Il Comune di Valentano è seriamente preoccupato e condanna con fermezza quanto sta accadendo al “Rave Party” allestito illegalmente in un’area privata sulle sponde del lago di Mezzano.

Una situa

Stefano Bigiotti

zione che pregiudica la sicurezza dell’intera comunità locale, non solo per gli elevatissimi rischi legati all’emergenza epidemiologica, per la quale il Governo ha chiesto alla popolazione sforzi immensi, ma anche per i pericoli connessi a diverse ad altrettanto gravi circostanze, che potrebbero conseguire al protrarsi di un evento costituito da migliaia di persone assembrate in un luogo non attrezzato e destinato ad attività agricole, pertanto privo di ogni fondamentale presidio.

Da ieri il Comune di Valentano è in costante contatto con la Prefettura, la Questura e con i Sindaci dell’Alto Lazio per monitorare attentamente la situazione.

Siamo grati alle Forze dell’Ordine per la loro presenza e per il prezioso lavoro che stanno svolgendo, ma non possiamo che chiedere da subito un intervento ferreo e tempestivo al Ministro Lamorgese, affinché vengano ripristinate, immediatamente e con ogni urgenza, le condizioni di Legalità.

Questo anche per rispetto di chi, con fatica, lavora quotidianamente osservando le regole imposte per contrastare la diffusione del Covid-19.

Ci auguriamo che i colpevoli di questa scellerata e vergognosa iniziativa possano essere prontamente individuati e assicurati alla giustizia.

Stefano Bigiotti
Sindaco di Valentano