Crisi e azzeramento giunta Arena, il Pd chiede dimissioni e nuove elezioni

NewTuscia – VITERBO – Le beghe interne alla maggioranza e le solite lotte per il potere portano il Comune guidato dal centro destra ad una grave crisi politica.

Il sindaco scioglie la giunta: un atto gravissimo fatto, a detta del primo cittadino, con la consapevolezza di stare disattendendo le aspettative di chi li ha votati.

A monte di ciò un consiglio comunale andato deserto per l’assenza delle forze di maggioranza, preceduto da una serie di rimpasti, disguidi, contrapposizioni, smentite da parte delle medesime forze.

Quanto è accaduto, di una gravità estrema, richiede come minimo un atto pubblico di spiegazione che va oltre il comunicato stampa.

L’azzeramento della giunta da parte del sindaco è comunque una sconfitta per la democrazia ed apre una crisi così profonda da non lasciare spazio a nulla. Ma addirittura il sindaco non ha fretta e propone un tavolo tra i partiti di maggioranza dopo ferragosto.

Come se fino ad oggi non fossero stati seduti allo stesso tavolo: quello della giunta di governo della città. Chiediamo quindi, come Pd cittadino, di fare pubblica luce su tutto ciò, chiediamo le dimissioni del sindaco e nuove elezioni. Viterbo deve essere , ora più che mai, guidata e governata da chi può garantire un futuro alla città ed ai cittadini.

Patrizia Prosperi Segretario circolo Pd Viterbo